Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Televisione

Arriva La Scimmia, tv e web insieme per amor di reality

Dal primo learning show in contemporanea su web e Italia 1 condotto da Giulia Bevilacqua, a Kubrick, una storia porno, prodotta dalla Magnolia, ecco la nuova tv che arriva da internet

Giulia Bevilacqua

Giulia Bevilacqua – Credits: LaPresse

La nuova frontiera delle serie televisive? Essere trasmesse prima sul web e subito dopo approdare in tv. La tendenza sta esplodendo a livello internazionale e adesso arrivano anche le prime produzioni tutte italiane che fanno il medesimo percorso. A riconoscere l'importanza del nuovo trend è stata anche l'attuale edizione del RomaFictionFest, in corso a Roma, che ha dedicato una sezione alle web series realizzate da case di produzioni televisive e destinate al web e successivamente al piccolo schermo.

Il primo esperimento si chiama La scimmia, è un learning show, e la programmazione inizia oggi sul sito www.lascimmia.it Dopo una settimana di rodaggio, La scimmia sarà in tv, su Italia1. L'appuntamento è fissato alle 14 ogni sabato a partire dal sei ottobre. E dopo due giorni arriva anche la striscia quoridiana alle 17,45.

L'importanza de La scimmia è che si tratta di una vera e propria scuola finalizzata a preparare gli allievi alla maturità classica e scientifica. Sedici studenti che non sono riusciti ad ottenere il diploma superiore, avranno una seconda chance: ospitati in un college studieranno con docenti veri e esperti, tutte le discipline dell'ultimo anno, realizzando un percorso analogo a quello di una scuola. Alla fine i maturandi sosterranno come privatisti l'esame di maturità ed il migliore vincerà una borsa di studio di 25 mila euro. Prodotto dalla Tao2 di Piero Valsecchi, l'esperimento è una sorta di Amici che studiano materie scolastiche. I giovani studenti saranno visitati settimanalmente da personaggi del mondo dello spettacolo: mercoledì ci sarà Checco Zalone, successivamente I soliti Idioti, Tirabassi e Carlo Verdone. A condurre il learning show ci sarà Giulia Bevilacqua, attrice nota in Distretto di polizia e non Alessia Marcuzzi, come si era detto in un primo momento.

Altra web fiction è Kubrick, una storia porno, realizzata dalla casa di produzione Magnolia e presentata in anteprima al RomaFictionFest. E' una singolare storia giovanile che coniuga le problematiche della disoccupazione alle tendenze commerciali della cinematografia di basso spessore. Un gruppo di ragazzi, infatti, ha realizzato una pellicola di grande valore culturale e cerca disperatamente un produttore. Quando finalmente i cineasti in erba vengono convocati da un grosso regista, si sentono dire che saranno profumatamente pagati solo se il soggetto del film sarà a sfondo pornografico. Non vi anticipiamo altri dettagli, ma vi diciamo che ci saranno risvolti inediti dal punto di vista sociale. La web fiction sarò presto collocata sul piccolo schermo.

Altra web fiction di grande impatto è Flep 2, ancora di autori e interpreti italiani che affronta il problema degli innumevoli stage dei giovani appena laureati.  Il protagonista passa da uno stage all'altro ma il suo compito è solo quello di realizzare fotocopie. Così in un'atmosfera tra l'immaginario e il reale, la fotocopiatrice diventa quasi una persona umana con la quale dialoga, nella solitudine in cui si trova.

Infine The Pills: sempre italiana, romana, addirittura. E' la storia un po' surreale di un gruppo di ragazzi che sostiene di dover considerare Roma Nord una zona completamente diversa dalla Capitale, perchè ha leggi, regole, modi di vestirsi che non si adeguano a quelle normali della comunità romana.

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>