Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Televisione

Amici. Torna lo show di Maria De Filippi ed è caccia ai nuovi talenti

Al via da sabato 24 novembre la dodicesima edizione del talent di Canale 5, che la lanciato Alessandra Amoroso e Emma Marrone. Ecco le novità di quest'anno

Maria De Filippi

Chiusa lo scorso sabato con record di ascolti C'è posta per te, la De Filippi si concentra ora su Amici – Credits: (La Presse)

Sono cominciate questo pomeriggio le registrazioni dei provini finali di Amici. Da sabato 24 novembre si alza il sipario sull’edizione numero dodici dell’accademia di spettacolo più longeva della tivù: ma per conoscere i nuovi volti dello show di Maria De Filippi bisognerà aspettare ancora qualche settimana. Le prime puntate del sabato saranno infatti dedicate alle audizioni e solo prima della pausa natalizia si conoscerà il cast completo, con gli allievi che entreranno nella scuola di Canale 5 agli inizi di gennaio. I professori scoveranno talenti capaci di bissare il successo di Emma e Alessandra? Qual è il segreto del successo del format? Che novità sono previste quest’anno? Panorama.it l’ha chiesto a chi i meccanismi di Amici li conosce davvero bene.

AL VIA COI CASTING. Amici inizia dando spazio ai provini, a cui si sono presentati come sempre in migliaia. Una scelta strategica – il mix d’immedesimazione e tensione piace agli spettatori – e di sicuro effetto. “Abbiamo cominciato questo pomeriggio a registare” ci racconta Mara Maionchi al telefono. “Ma abbiamo già provinato migliaia di ragazzi tra giugno, luglio e settembre. Non è facile individuare il talento in mezzo a così tante persone. La scrematura è difficile, ma un occhio allenato capisce al primo ascolto se c’è una potenzialità su cui lavorare. Poi alcuni ragazzi li richiamiamo, altri li sentiamo più volte perché c’è chi esprime al meglio le proprie doti dopo due o tre volte”.

MAMMA MARIA.  “Con i ragazzi di Amici ho stabilito un rapporto vero. Sono tutti figli miei” ha confessato qualche giorno fa la De Filippi. “Spero che ai ragazzi a casa arrivi il messaggio che per farcela nella vita bisogna faticare. Con i miei ragazzi c'è un rapporto paritario, per questo con loro ho vissuto i pianti, le crisi, le difficoltà”. Lo conferma anche Elisabetta Malvagna, giornalista dell’Ansa e membro della giuria tecnica del programma. “Maria ha uno stile minimalista nella conduzione: è secca, lavora per sottrazione. Però sotto lo smoking maschile c’è un cuore che batte: la passione e l’affetto per i ragazzi è concreto e chi l’ha vista al lavoro lo sa bene”.

AMICI VS X FACTOR. Nell’Italia delle eterne rivalità, non poteva mancare la contrapposizione tra i due talent. “Un antagonismo inesistente, perché parliamo di due prodotti con stili, conduzioni e target diversi” spiega Luca Dondoni, critico musicale de La Stampa, altro volto storico della giuria tecnica. “A X Factor arrivano con un background consolidato, spesso con esperienza e sembrano cantanti fatti e finiti. Ad Amici sono giovanissimi e vanno lì per studiare e frequentare una scuola. Entrambi i format sono però assolutamente ben fatti e costruiti da professionisti di grande esperienza”.

LE NOVITA’. “Le novità? Le scopriremo solo vivendo” dice ironicamente Mara Maionchi. “Non so cosa succederà nei prossimi mesi e non so dire come sarà il serale. E’ tutto una sorpresa”. Del resto gli autori hanno fatto del cambiamento work in progress un punto di forza. Per ora un elemento nuovo c’è e si chiama La scimmia. Chiuso dopo sole due puntate, andate in onda su Italia 1, il progetto del produttore Pietro Valsecchi è proseguito sul web e ora sbarca ad Amici. L’obiettivo? Dare a chi non l’ha avuta una seconda chance per sostenere l’esame di maturità: ogni sabato gli studenti dovranno dimostrare di essersi preparati nelle varie discipline previste nel programma, cioè italiano, storia, filosofia e educazione civica, inglese, matematica e musica.

I PROFESSORI. Meno risse, più confronto. Dopo le edizioni dei battibecchi infiniti, stracult quelli con Alessandra Celentano, lo scorso anno è arrivata la svolta. “La De Filippi sa cosa piace al pubblico e spesso ne anticipa i gusti. Per questo ha progressivamente limato l’aspetto di conflitto allievi-insegnanti” dice la Malvagna. “A un certo punto il battibecco era diventato prevedibile e rischiava di stufare sia il pubblico a casa che la stessa produzione del programma”. Quanto ai professori, riconfermati Mara Maionchi, Rudy Zerbi e Grazia Di Michele per il canto e Alessandra Celentano, Garrison Rochelle e Luciano Cannito per il ballo. E si parla anche dell’ingresso di Roberto Vecchioni.

MARIA REGINA DELLA TIVU’. La metamorfosi della De Filippi, nata conduttrice e diventata un vero e proprio brand di successo, analizzato persino nelle università e dai massmediologi. “E’ come il bollino di qualità. E’ il volto che rassicura lo spettatore: dà credibilità e fiducia” spiega Luca Dondoni. “L’affaire Belen-De Martino-Emma dello scorso anno ne è la riprova: un caso del genere avrebbe potuto affossare l’immagine del programma, invece Maria ha saputo gestirlo in maniera perfetta, senza cavalcarlo in maniera strumentale per gonfiare gli ascolti”.

SUCCESSO EFFETTO VALANGA. Amici? Un format di successo - cresciuto stagione dopo stagione - fino a diventare fenomeno televisivo: talent si, ma sempre più show. “La svolta c’è stata con Marco Carta, poi con Emma Marrone e Alessandra Amoroso” racconta Luca Dondoni. “L’elemento di didatticità piace e il tasso d’immedesimazione è molto alto. ‘Magari ci provo anch’io il prossimo anno’ o ‘se ce l’ha fatta lui ce la posso fare pure io’, pensano gli spettatori più giovani”. Secondo la Malvagna, il pubblico non si stufa perché “c’è sempre la curiosità di sentire nuovi talenti, che spesso mostrano tutte le loro fragilità in un’arena che sa essere accogliente ma anche feroce”. E la nuova edizione, ci regalerà nuovi fenomeni alla Emma o alla Alessandra Amoroso?

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>