Sport

Superbike a Portimao: le pagelle

Tra pioggia, sorprese e cadute

Pari e patta tra Kawasaki e Aprilia. Quantomeno per quel che riguarda i punti persi per colpa di un incidente "fratricida". Se, infatti, a Sepang era stato Baz a falciare il compagno di squadra Sykes, sul circuito portoghese il disastro ha avuto come protagonisti, loro malgrado, Guintoli e Melandri, con il francese che perde l'anteriore, scivola e mette ko il compagno di squadra che lo affiancava all'esterno. Ecco le pagelle del fine settimana:

TOM SYKES: 8 - Inarrivabile in Superpole, imbattibile in Gara 1, cauto e amministratore in Gara 2: meglio di così non poteva andare a un pilota che cresce gara dopo gara e aggiunge alla capacità di andare forte sempre e dovunque, anche la capacità di "leggere" la gara e adeguare di conseguenza la sua gestione in ottica campionato.

JONATHAN REA: 7,5 - Punti preziosissimi quelli portati a casa da pilota inglese al termine della trasferta portoghese. Da antologia la sua fuga in Gara 2 culminata con la vittoria, anche se dimezzata per via del crash Melandri-Guintoli che, se non fosse avvenuto, avrebbe di sicuro cambiato l'esito finale.

DAVIDE GIUGLIANO: 7 - Finalmente un podio per il talentuoso pilota romano. Che vale metà se si considerano le cadute di cui sopra, ma vale doppio considerando l'inesperienza del pilota su questo tracciato.

CHAZ DAVIES: 7 - Luci e ombre per l'altro pilota Ducati, che sembra aver trovato un ottimo feeling con la nuova elettronica arrivata sulla sua Panigale direttamente dalla MotoGP. Il suo fine settimana è ricco di alti e bassi, ma il podio di Gara 2 rappresenta la più degna conclusione.

MARCO MELANDRI: 6,5 - L'occasione buona per racimolare qualche punto di peso in vista della corsa alle posizioni di vertice della classifica viene spazzata via nel giro di una manciata di secondi per mano del collega Guintoli. Giocoforza, il distacco rimane troppo ampio per poter essere eroso in ottica vittoria finale.

SYLVAIN GUINTOLI: 5,5 - L'Insufficienza è ovviamente per l'incidente in Gara 2, che uno come lui - sempre attento ad amministrare la propria gara - non avrebbe dovuto in alcun moto commettere.

GLI ALTRI PILOTI: N.C.

© Riproduzione Riservata

Commenti