Sport

ESCLUSIVO - Stagliano: 'Se non fosse Conte sarebbe deferito'

Parla l'ex vice capo Ufficio indagini Figc: "Si è dato del coglione? Forse è anche peggio"

Conte dopo appello

Antonio Conte in conferenza stampa dopo la sentenza d'appello – Credits: La Presse

"Se non fosse Conte e non ci fossero state le polemiche di questa estate" le carte di Bari porterebbero dritte a un nuovo deferimento per omessa denuncia del tecnico della Juventus: senza dubbi né interpretazioni anche se si tratta di una situazione "border line". A dirlo in un colloquio con Panorama.it è l'ex vice capo dell'Ufficio indagini della Figc, Mario Stagliano, oggi avvocato esperto di diritto sportivo. Il suo giudizio su Conte è durissimo: ""Dice di non essersi mai accorto di nulla? Si è dato del coglione da solo... Un grande coglione".

Avvocato Stagliano, quanto inciderà l'andamento del processo della scorsa estate nell'interpretazione delle carte provenienti da Bari da parte della Procura Federale?

"Temo in maniera particolarmente pesante. Da qualche anno a questa parte, mentre la Commissione Disciplinare ha un atteggiamento lineare e in qualche modo ha sanzionato tutti nella stessa maniera, la Corte Federale si è comportata diversamente e non parliamo del Tnas la cui funzione dal punto di vista di uomo del diritto mi lascia sconcertato. La Procura Federale risentirà del nuovo clima e dei nuovi orientamenti delle corti superiori"

Risentirà?

"Senza sottacere un discorso particolarmente pesante per quanto riguarda la pressione dell'opinione pubblica e le conseguenze di politica sportiva"

Mi sta anticipando che difficilmente ci sarà un nuovo deferimento per omessa denuncia per Conte?

"Direi che sarà molto difficile che ci troviamo nuovamente davanti a un Conte deferito per omessa denuncia"

Perché nelle carte non c'è nulla o per il nuovo clima?

"Senta, io ho frequentato per anni gli spogliatoi quando ero nell'Ufficio Indagini. Ero fuori dagli spogliatoi e dentro (c'erano ndr) calciatori, fisioterapisti, medico, team manager che fa avanti e indietro e l'allenatore. Io ho uno studio in cui sono una sorta di primus inter pares: è possibile tutto, anche che vista l'età io sia diventato sordo e non mi accorga di nulla. Ma pur avendo i miei colleghi stanze diverse dalla mia, se ci fosse qualcuno che facesse cose illecite penso che me ne accorgerei"

Lei non crede a Conte che dice di non essersi mai accorto di nulla

"Ho letto che si è dato del coglione da solo. Per carità, è possibile tutto. E' possibile che uno sia un grande c......e"

Per non accorgersene dovrebbe essere un grande coglione?

"Eh... Uno grande... Per come sono strutturati gli spogliatoi non ti sei accorto di nulla per quanto riguardava Albinoleffe-Siena, non ti sei accorto di nulla per quanto riguardava Siena-Novara e non ti sei accorto di nulla per quanto riguardava Treviso-Bari e Bari-Salernitana. Se fossero vere le cose che ho letto e cioè che la distribuzione del denaro sarebbe avvenuta addirittura all'interno dello spogliatoio..."

Con le buste sulle sedie...

"Con le buste sulle sedie. Ragazzi... L'ultima volta che ho sentito parlare di una busta con dentro del denaro era per Genoa-Venezia"

Impossibile non accorgersi?

"Quanto meno molto improbabile. Se uno non se ne accorge o sta pensando al dialogo sui massimi sistemi oppure personalmente stento a credere"

Conte ha detto che quando i giocatori vogliono tenerti fuori dalla porta ti tengono fuori dalla porta...

"Su questo non c'è ombra di dubbio. Se i giocatori si incontrano in un ristorante come avvenne per Atalanta-Pistoiese uno non viene mai a saperlo"

Ma non in uno spogliatoio...

"Qui hanno detto che il discorso è stato fatto nello spogliatoio. Poi è possibile tutto ma visto come è andato a finire nelle altre partite, sulla base di quello che emerge... A partire da Gillet che sta facendo marcia indietro. E poi c'è Kutuzov..."

Kutuzov dice che Conte gli disse che era con loro e che lo staff era a conoscenza. Parole da deferimento?

"Queste parole dovrebbero portare al deferimento di Conte. Sicuramente"

Anche se lui stesso a domanda diretta dei carabinieri risponde che Conte non è coinvolto nella combine?

"Sulla base di queste dichiarazioni fino a qualche mese fa, e se non si chiamasse Conte, sì. Salvo poi dimostrare che quanto ha detto Kutuzov è diversamente interpretabile e portare al proscioglimento"

Se l'allenatore di quel Bari fosse meno importante di Conte?

"E se non ci fossero state le polemiche di questa estate credo che andrebbe davanti alla Commissione Disciplinare"

Il fatto che Stellini faccia capire a Conte che c'è stato qualcosa ma solo quando lo scandalo è già scoppiato potrebbe avere un peso per la giustizia sportiva?

"Nessuna omessa denuncia. La cosa è già nota all'opinione pubblica e non ha obbligo di denuncia"

E' diverso dal caso di Siena?

"Sì, tanto è vero che difendendosi questa estate cercarono di spostare più avanti possibile il momento del colloquio tra Stellini e Conte e della conoscenza da parte di Conte. Qui è sicuro che è successivo al colloquio tra Palazzi e Laudati. Non c'era nessun obbligo"

Conte la fedina sportiva macchiata dalla squalifica di 4 mesi. Peserà nella valutazione delle carte?

"No. Eventualmente dopo il deferimento e al momento di una condanna per quantificare la pena ma non in un eventuale deferimento. Se Palazzi ritiene di avere gli elementi deve deferire ma non credo che lo farà. La situazione è border line. Le parole di Kutuzov un po' più di border line. Se non fosse Conte e non ci fossero state le polemiche di questa estate probabilmente si tornerebbe agli organi giudicanti. Non credo avverrà così"

Seguimi su Twitter e Facebook

© Riproduzione Riservata

Commenti