Integratori e sport drink: quali scegliere e quando usarli

Sara Cordara, esperta di nutrizione e integrazione sportiva, consiglia come scegliere i valori ideali per un integratore idro-salinico

Si trovano in ogni gara, e riempiono gli scaffali dei supermercati: gli sport drink sono ormai compagni inseparabili di ogni atleta amatoriale. Ma sappiamo cosa beviamo? Siamo sicuri di bere proprio ciò di cui ha bisogno il nostro organismo? Lo abbiamo chiesto alla alla dottoressa Sara Cordaraesperta di nutrizione e integrazione sportiva e collaboratrice del Centro di Medicina Sportiva della facoltà di Scienze Motorie dell’Università di Torino.

“Per allenamenti che durano meno di un’ora non è necessario ricorrere a un integratore: l’acqua basta e avanza”, dice l’esperta. “Quando invece si supera l’ora può essere sensato bere degli sport drink. L’importante è sapere che con la sudorazione si disperdono soprattutto cloro e sodio, e tra quelli in commercio sarebbe bene sceglie degli integratori idro-salinici che possano realmente ripristinare questi due sali”.

Ecco i valori ideali di un integratore idro-salinico, da confrontare con l’etichetta di quelli in commercio:

Sodio (Na) = 600 / 1000 milligrammi su litro
Cloro (Cl) = 600 / 1000 milligrammi su litro
Potassio (K) = 50 / 250 milligrammi su litro
Magnesio (Mg) = 10 / 100 milligrammi su litro
Calcio (Ca) = 50 / 200 milligrammi su litro

© Riproduzione Riservata

Commenti