Sport

Ciao Sneijder, ex 'top player'

L'olandese lascia l'Inter per il Galatasaray, l'unica squadra che l'ha davvero cercato nel silenzio dei top team

L'ex interista, Wesley Sneijder è del Galatasaray (Credits: REUTERS/Alessandro Garofalo)

E' finita. La telenovela del mercato (almeno di quello dell'Inter) è finita. Wesley Sneijder lascia Milano per diventare un giocatore del Galatasaray. Una decisione attesa, arrivata grazie all'ennesimo intervento in prima persona di Massimo Moratti a cui è bastato il tempo di un caffè ieri nel centro delle città per mettere fine ad una saga che rischiava di arrivare al 31 gennaio (con grosse ripercussioni sulla campagna acquisti dei nerazzurri).

Ciao, Wesley, quindi. ennesima pedina dell'Inter del Triplete che se ne va dopo aver vinto tutto. Ma siamo sicuri che sia ancora e davvero un "Top Player"?

Stando al mercato (le cui quotazioni spesso non mentono) l'olandese è ormai un giocatore di fascia medio alta. Facciamo un passo indietro

Nell'estate 2011 l'Inter comincia la sua campagna al risparmio. Il fair play finanziario obbliga Moratti ed i dirigenti a cambiare strategia. Gli stipendi di certi big non sono più sostenibili e, quindi, bisogna tagliare. In attacco c'è un gallo di troppo tra Eto'o e Sneijder. L'olandese è il predestinato a lasciare Appiano, anche perché si vocifera di un forte interessamento del Manchester United.

Il tempo passa, l'offerta (quella vera) da Sir Alex Ferguson non arriverà mai, e nessun altro busserà per il centrocampista. Moratti così deve vendere in fretta e furia Eto'o all'Anzhi. E Sneijder resta

La storia si ripete, pari pari a Gennaio e l'estate scorsa. Sneijder è sulla piazza ma nessuno dei Top Team si muove. Tanto per capirci. Il Psg cambia tutto l'attacco e compra: Pastore, Ibra, Lavezzi e Lucas. Il Real prende Modric, lo United Van Persie, Il City Aguero. Insomma. Tutti comprano ma nessuno cerca l'olandese dell'Inter che però aspetta sempre la chiamata (lui sogna l'Inghilterra) che non arriverà mai.

Siamo ai giorni nostri. L'unica offerta reale è dei turchi del Galatasaray. Non si offendano sul Bosforo. I Giallorossi sono un club importante ma ben lontano dall'essere una squadra in grado di lottare per conquistare una champions league. In poche parole una squadra di seconda fascia, medio alta, ma pur sempre di seconda fascia.

Il mercato non mente, il mercato ha visto che dopo il Triplete ed un Mondiale sfiorato di un soffio Sneijder non è stato più lo stesso. Da probabile (ed anche meritato) Pallone d'oro nelle ultime due stagioni non ha mai inciso, non ha fatto quella differenza che ti aspetteresti da uno della sua classe (e dallo stipendio da 6,5mln netti all'anno). Troppe partite anonime, troppi gesti di insofferenza in campo, troppi infortuni.  Com'era lontano il Wesley che segnava e faceva segnare, che copria e costruiva, che vinceva ed era un Top Player.

© Riproduzione Riservata

Commenti