Sport

Sfida tricolore tra i saliscendi di Brno

Il circus della Superbike si sposta a Brno. L'attesa è tutta per la coppia italiana al vertice del campionato

Infront Motor Sports

Con il ricordo delle straordinarie manche di Aragon ancora bene impresso, l'attenzione sul campionato delle derivate dalla serie si sposta in Repubblica Ceca per il nono appuntamento della stagione.

Sullo spettacolare tracciato di Brno, Max Biaggi ci arriva da protagonista assoluto. Con 48 punti di vantaggio da Marco Melandri è in testa alla classifica piloti, reduce da tre vittorie nelle ultime quattro gare, su una moto anch'essa al comando nella lista costruttori e con un bagaglio di vittorie che non ha pari: ben 11, distribuite tra tutte le categorie in cui ha corso nella sua longeva carriera (quattro con la 250GP, tre con la 500-MotoGP e quattro con la Superbike: nel 2007 con la Suzuki e nel 2009-2011 tre volte con l'Aprilia RSV4. Particolarmente significativa la vittoria centrata nel 2009 che fu la prima di Biaggi con l'Aprilia: la V4 veneta da allora ha sempre concluso questa gara in prima o seconda posizione).

LE FORZE IN CAMPO - Si preannuncia quindi tutta in salita il weekend di gara del pilota ravennate, l'unico che, in questa fase del mondiale, ha dimostrato di poter minacciare il predominio del Corsaro romano. Peraltro, anche Melandri non se la cava male tra i 5.403 metri del circuito ceco. Ricordiamo qui la sua vittoria dello scorso anno in sella alla Yamaha R1 e nel 2002, l'anno del suo titolo mondiale in 250.

Quella di Brno rappresenterà una doppia occasione di avvicinarsi al vertice per il pilota nordirlandese Jonathan Rea che qui vanta una vittoria nel 2010.

Tradizionalmente poco favorita su questo tracciato, la Ducati di Checa dovrà preoccuparsi di contenere i danni in vista delle prossime 5 gare, tutte favorevoli alla bicilindrica di Borgo Panigale.

I PRONOSTICI - A "bocce ferme", in attesa di conoscere i primi riscontri cronometrici delle prove libere, il nostro esperto di scommesse Gianluca Ferraris ha passato in rassegna i pronostici dei principali bookmaker.

Ecco il responso: "In attesa delle prove libere, i pronostici dei bookmakers per la tappa di Brno del superbike ci consegnano un Max Biaggi potenzialmente perfetto interprete del tracciato Ceco. Il romano - perfetto interprete del tracciato ceco - si piazza in cima alla lista delle preferenze dei principali operatori, con quote oscillanti rispettivamente fra 3,5 e 3,8 per quanto riguarda la superpole e addirittura inferiori per Gara 1 e Gara 2.

Capace di insidiarlo da vicino c'è soltanto Skyes (che arriva a 5,5 su Betfair per la superpole e a 7 su Eurobet per gara1) e il solito Checa (stesse cifre).

Alle loro spalle l’altro portabandiera azzurro Marco Melandri: il romagnolo in testa alla griglia di partenza si gioca in media a 7 volte la posta mentre per il successo in gara si va da 4,70 ad addirittura 11. Dietro i tre, ma distanziatissimi, si piazzano poi Haslam e Laverty, bancati in media a 13 volte la posta per tutti gli avvenimenti del weekend (qualifiche e gara), seguiti da Jakub Smrž che, nonostante sia il beniamino di casa, ha un moltiplicatore piuttosto elevato: fino a 15 per la superpole e a 18 per la vittoria".

LE GOMME - Pirelli porterà 4 differenti soluzioni per  l’anteriore e altrettante per il posteriore così come pneumatici intermedi e da bagnato. All'anteriore i piloti Superbike potranno scegliere tra due alternative che si posizionano nell’area in mescola SC1 e due in quella in mescola SC2 tra cui quelle della gamma 2012.

Per quanto riguarda il posteriore invece avranno a disposizione due soluzioni nell'area della mescola SC0 e due in quella della mescola SC1: in particolare, verrà reso disponibile uno pneumatico nuovo e mai utilizzato prima, che si caratterizza per il profilo maggiorato, il cui impiego con le elevate temperature attese e sui curvoni di lunga percorrenza permetterà di raccogliere interessanti informazioni anche nell’ottica di sviluppo dei futuri pneumatici da 17 pollici.

Le due soluzioni nell'area della mescola SC2 - conclude il Race Director di Pirelli Giorgio Barbier - sono la già nota P1060 come SC2 di gamma 2012, e la R302, pneumatico testato per la prima volta a Imola e utilizzato già in alcune gare durante l’anno, anche con temperature d’asfalto molto diverse, ricevendo l'apprezzamento di molti piloti.

© Riproduzione Riservata

Commenti