Chaz Davies e Leon Haslam
Sbk

Sbk, round 13: in Qatar Torres e Haslam conquistano le ultime manche del Mondiale

L'Aprilia si aggiudica la tappa conclusiva del campionato. In gara 1 con lo spagnolo, a sorpresa; in gara 2 l'inglese beffa Davies a pochi metri dal traguardo

Il round in notturna  che mette il sigillo al Mondiale è uno dei più avvincenti della stagione. Splendida la prova di Jordi Torres, che vince la sua prima gara nelle derivate e porta sul gradino più alto del podio l'Aprilia: era dalla tappa di debutto, a febbraio a Phillip Island, che la casa italiana non conquistava il primo posto, con Haslam. E proprio grazie all'inglese la casa di Noale fa il bis in gara 2. Chaz Davies non si arrende mai e conferma il suo talento di staccatore.

Gara 1

Il neo campione del mondo Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team) e il compagno di squadra Tom Sykes partono all'attacco. Il nordilandese spinge troppo, così Sykes e Chaz Davies (Aruba.it Racing-Ducati Superbike Team), partito dalla seconda fila, lo superano. Inizia la battaglia tra Rea e Davies: il rider della Kawasaki passa il gallese. Si avvicina Alex Lowes (Voltcom Crescent Suzuki),  che supera Davies e tenta di mettersi davanti a Rea: la moto, però, ha problemi ed è costretto ad abbandonare la pista. Intanto i due piloti dell'Aprilia Racing Team Devils Jordi TorresLeon Haslam guadagnano terreno e si piazzano terzo e quarto. Rea supera Sykes e lo stesso fa Torres, che a cinque giri dalla fine batte il nordilandese dopo un duello senza esclusione di colpi: Rea taglia il traguardo secondo e Sykes terzo. Gli italiani: il migliore è Ayrton Badovini (Bmw Motorrad Italia Sbk Team), undicesimo, Gianluca Vizziello (Grillini Sbk Team) è quindicesimo, mentre Niccolò Canepa (Althea Racing) si ritira.

 

Gara 2

Nell'ultima manche della stagione i migliori partono compatti: i due rider del Kawasaki Racing Team Jonathan Rea e Tom Sykes, Chaz Davies (Aruba.it Racing-Ducati Superbike Team), Leon Haslam e Jordi Torres dell'Aprilia Racing Team Devils. Davies e Haslam sono in gran forma e passano Sykes e Rea, poi il colpo di scena: al quarto giro, il nordirlandese rientra ai box per un guasto. Comincia il duello per il primo posto tra il gallese della Ducati e l'inglese dell'Aprilia, mentre Sykes e Torres inseguono. Haslam passa Davies in rettilinio; Davies torna in testa grazie alle sue staccate prodigiose. Negli ultimi chilometri i quattro piloti sono uno nella scia dell'altro; Torres, però, scivola a 2 giri dal termine e non rientra in pista. A pochi metri dal traguardo, Davies commette un errore in curva: Haslam ne approfitta e vince la gara, il gallese arriva secondo e Sykes conquista il terzo gradino del podio. Gli italiani: Niccolò Canepa (Althea Racing) si piazza ottavo, Matteo Baiocco (Althea Racing) è ottavo, Ayrton Badovini (Team BMW Motorrad Italia) decimo e Gianluca Vizziello (Grillini Sbk Team) dodicesimo.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti