Sport

L'ultimo applauso della Roma a Lamela

L'argentino presentato all'Olimpico insieme ai compagni mentre i dirigenti chiudono col Tottenham. La fidanzata: "Che gran farsa"

Se davvero, come sembra, il futuro di Eric Lamela è a Londra e non a Roma, quella andata in scena all'Olimpico nel giorno di presentazione della squadra della prossima stagione sarà stata una gran farsa. Proprio come ha scritto su Twitter la fidanzata del giocatore che, mentre i tifosi lo acclamavano sul prato dell'Olimpico in una serata in cui alla Roma sono anche stati dedicati dei fischi, era oggetto della trattativa tra il club e il Tottenham che porterà alla cessione. Un modo davvero singolare di agire da parte dei dirigenti della Roma, anche se ci sono precedenti.

In ogni caso Lamela è a un passo dal Tottenham e il blitz di ieri a Madrid per incontrare il direttore generale degli inglesi, Franco Baldini (che si trovava nella capitale spagnola per chiudere la cessione di Bale al Real Madrid) è servito per avvicinare ulteriormente le parti. Alla Roma andranno circa 35 milioni di euro, quasi tutti cash con una parte in bonus su cui si sta lavorando per renderli quasi automatici e garantire la certezza dell'incasso.

Importante anche il contratto per Lamela, che firmerà un quinquennale con scadenza 2018 su valori molto più alti rispetto a quello attuale da 1,2 milioni netti. L'attaccante guadagnerà 2,7 milioni netti a salire per la parte fissa più una serie di bonus che lo avvicineranno da subito a quota 4 milioni. Un rilancio impossibile per la Roma, impegnata nell'opera di contenimento del monte stipendi e che sul tavolo ha anche i rinnovi di Totti e Pjanic.

Il capitano si legherà facendo uno sconto rispetto ai 5,5 milioni che prende ora, ma comunque impegnando la Roma a un biennale da quasi 4 milioni. Pjanic, che attualmente ha uno stipendio da 2 milioni, lavora per arrivare a 3,5 mentre l'ordine della proprietà statunitense è ridurre il costo del lavoro considerato esorbitante rispetto ai ricavi del club.

© Riproduzione Riservata

Commenti