Sport

Altro che fair play. Psg: Pogba e Di Maria insieme

Lo sceicco Al Thani all'assalto delle due stelle del Mondiale. I soldi? Vendendo Cavani allo United

10°) Paul Pogba è l'ultimo della top ten, nella Juventus guadagna 4,5 milioni di euro a stagione. – Credits: Epa

Per dare l'assalto alla Champions League in casa Paris Saint Germain si cambierà modulo. La formazione transalpina passerà al 4-2-3-1, schema che comporterà il sacrificio di Edinson Cavani. L'uruguayano risulta un corpo estraneo all'intero del gruppo parigino e il rapporto con mister Laurent Blanc è ai minimi storici. Per questo la proposta in arrivo dal Manchester United, nell'ordine dei settantacinque milioni di euro, verrà accettata con tutta probabilità. Parte di questi introiti verranno, immediatamente, riversarti nelle casse del Real Madrid per ingaggiare l'esterno offensivo Angel Di Maria. L'argentino è considerato l'elemento ideale per il 4-2-3-1: salta l'uomo con facilità ed è in grado innescare come pochi i terminali offensivi. L'ideale per catapultare verso le reti avversarie un bomber formidabile come Zlatan Ibrahimovic. Alle Merengues andrebbero circa sessanta milioni; mentre per l'ala di Rosario è pronto un quinquennale da otto milioni di euro netti a stagione.

Il suo agente Jorge Mendes settimana scorsa ne ha parlato col Monaco e il Manchester United, ma i parigini sono pronti a sbaragliare la concorrenza. Il classe '88, tuttavia, non risulta essere l'unico Top Player nel mirino degli sceicchi. Per rendere il Psg la squadra più amata di Francia serve un campione che rappresenti appieno il popolo parigino. Questa figura è stata individuata in Paul Pogba. Pronto per la Juventus un assegno da sessanta-settanta milioni per strappare il gioiellino classe '93 alla Vecchia Signora. Per l'ex Manchester United quinquennale da sette milioni annui. Un'intesa abbozzata col suo agente, Mino Raiola, già diversi mesi fa. Cifre da urlo che si sommano ai cinquanta milioni già scuciti per David Luiz a giugno.

Investimenti mostruosi per asfaltare la concorrenza e veleggiare verso il trono continentale. Alla faccia del Fair Play Finaziario dell'Uefa e delle multe già comminate: Al Thani ed Al Khelaifi appaiono pronti a saccheggiare le rivali europee per costruire
un vero e proprio Dream Team.

© Riproduzione Riservata

Commenti