MotoGP

Michelin, il grande ritorno

A sei anni dalla fuoriuscita dal circus della MotoGP, il colosso francese torna al Mondiale prototipi: dal 2016 sarà fornitore unico degli pneumatici

– Credits: Motoracinglive.com by Michelin

La notizia, che in veste di rumor era nell'aria già da qualche da tempo tra gli addetti ai lavori appoggiata alla scia dell'impegno sempre crescente della Casa del Bibendum nel mondo del motosport a due ruote, è adesso ufficiale: a poco più di un lustro dall'uscita di scena e dal passaggio al monogomma Bridgestone, Michelin tornerà a "vestire" i cerchi dei prototipi della MotoGP. A partire dalla stagione 2016.

Dopo l'annuncio della dipartita dell'attuale fornitore, a farsi avanti erano stati anche Dunlop - già presente nel Mondiale nella Moto2 e nella Moto3 - e Pirelli, che già fornisce gli pneumatici alla Superbike.

A comunicare la novità è stato il comunicato congiunto del produttore transalpino e della Dorna, promoter e organizzatore del Campionato MotoGP, sotto l’egida della Federazione Motociclistica Internazionale (FIM). "È il riconoscimento del know-how di Michelin, che vanta un palmarès di 26 titoli di Campione del Mondo Piloti", ha commentato Pascal Couasnon, Direttore di Michelin Motorsport.

Il coinvolgimento rappresenta uno dei momenti di massima espressione della filosofia che Michelin ha battezzato Total Performance, con la quale punta a mettere lo stato dell'arte tecnologico dei suoi prodotti al servizio dei mezzi che questi vanno a equipaggiare, indipendentemente che siano a due, quattro o più ruote, e che la loro destinazione sia stradale o sportiva.

A dare la spinta finale alla candidatura finalizzata con l'impegno concreto è stata la regolamentazione tecnica che entrerà in vigore proprio nel 2016, e che impone pneumatici dal diametro di 17 pollici al posto degli attuali da 16,5, con il conseguente "travaso di conoscenza" dalle gare al massimo livello alle competizioni minori e amatoriali nonché, ultimo non ultimo, alla strada, giacché la suddetta misura è quella che caratterizza la stragrande maggioranza delle moto stradali in commercio.

Del resto, il livello di performance meccaniche e dinamiche dei mezzi della MotoGP, unitamente al fatto che a guidarle siano i migliori piloti del mondo, che vincono anche grazie alla fiducia che hanno negli pneumatici delle loro moto, fa sì che la MotoGP sia un campo di prova eccezionale per testare le innovazioni tecnologiche di domani.

In attesa della stipula conclusiva dell'accordo commerciale tra i due soggetti, il patron della Dorna Carmelo Ezpeleta sta lavorando affinché i team possano cominciare a lavorare al più presto con Michelin allo sviluppo delle nuove coperture.

Michelin ha partecipato al Motomondiale come fornitore di pneumatici dal 1973 al 2008. Tanto per citare alcune pietre miliari del suo impegno: nel 1984 è stata introdotta la costruzione di tipo radiale, mentre 10 anni più tardi ha fatto la sua comparsa in scena la multimescola.

Nei 36 anni dell'impegno della Casa Madre, le moto equipaggiate con le gomme francesi hanno ottenuto 360 vittorie.

© Riproduzione Riservata

Commenti