MotoGP

MotoGp, Gp Germania - Marquez suona la nona

L'extraterrestre della Honda centra al Sachsenring la nona vittoria di fila. Pedrosa è secondo, Lorenzo terzo, Rossi quarto . Straordinario Iannone, quinto

Settima pole consecutiva per Marc Marquez, sempre più leader del mondiale – Credits: EPA/JAN WOITAS

La nona sinfonia ha preso forma e splendore a Hohenstein-Ernstthal, piena Sassonia tedesca. Marc Marquez ha centrato sulla pista del Sachsenring la nona vittoria di fila. Per lui, un altro passo nella storia, l'ennesima gara da ricordare, l'ennesima prova da fuoriclasse. In una corsa condizionata dalla pioggia poco prima della partenza, il leader del mondiale, partito come moltissimi altri piloti dalla pit lane per sostituire le gomme, ha recuperato posizioni su posizioni fino ad arrivare in testa al gruppo, seguito a brevissima distanza dal compagno di squadra, Dani Pedrosa, anch'egli velocissimo ma non abbastanza per provare il colpaccio. Dietro le due Honda, lontani, anzi, lontanissimi, i due piloti Yamaha, con Jorge Lorenzo a 10 secondi da Marquez e Valentino Rossi in difficoltà nella seconda parte della corsa. Strepitoso Iannone, che taglia il traguardo al 5° posto e colleziona il miglior risultato della carriera nella MotoGp. Mai davvero in gara le due Ducati ufficiali di Dovizioso e Crutchlow. Bradl era partito benissimo e per cinque giri ha fatto da battistrada. Poi, ha pagato la scelta dell'assetto e ha lasciato strada a moltissimi piloti.

LA GARA GIRO DOPO GIRO

PARTENZA

Bradl è partito dalla griglia ed è primo davanti al gruppo di piloti che hanno scelto da subito le slick. Marquez è 10', poi arrivano tutti gli altri.

2° giro - Marquez ha già ripreso il gruppo, ma Bradl lo precede ancora di 4,5 secondi. Seconda piazza per Petrucci, poi Laverty, Abrahma, Aoyama. Rossi è 12°.

3° giro - Fuori Smith. Per lui, quinta caduta del weekend. Marquez è un fulmine. Ora è terzo dietro Petrucci e Bradl. Pedrosa è 4°.

4° giro - Marquez e Pedrosa attaccati l'uno all'altro, a 2,5 secondi da Bradl. Rossi è 8°.

5° giro - Attacco Marquez su Bradl, riuscito! E Pedrosa è a un passo, pronto a sferrare l'attacco al tedesco. Rossi in recupero, ora è 6°. Lorenzo gli è alle spalle.

6° giro - Pedrosa è 2° dietro a Marquez. Petrucci passato dalle due Yamaha ufficiali di Rossi e Lorenzo. Bradl resiste al terzo posto.

7° giro - Giro veloce di Pedrosa, che è a mezzo secondo da Marquez. Tiene Bradl in terza posizione. Lorenzo infila Rossi in curva!

8° giro - Doppio attacco Yamaha a Bradl! Passa Lorenzo, poi Rossi. Pedrosa fa sentire la pressione a Marquez, che non riesce ad allungare.

9° giro - Anche Iannone riesce a passare Bradl, che dal primo posto retrocede al sesto. Marquez, Pedrosa, Lorenzo, Rossi, Iannone, Bradl, A. Espargaro.

10° giro - Le Honda stanno facendo il vuoto. Marquez e Pedrosa procedono a braccetto a poco meno di 6 secondi da Lorenzo. Rossi ha perso strada sul collega in Yamaha.

11° giro - Rossi sempre più distante da Lorenzo, quasi 2,5 i secondi che li separano.

12° giro - Le due Honda di Marquez e Pedrosa stanno dominando la gara. Sei i secondi di vantaggio della coppia su Lorenzo, che ha quasi 3 secondi su Rossi, che fa fatica a tenere il passo dal compagno di squadra. Iannone è molto vicino. Bradl 6°, poi A. Espargaro e Dovizioso.

13° giro - Pedrosa non molla Marquez, che non è dato sapere se si sta risparmiando, oppure no.

14° giro - Rossi perde ancora terreno da Lorenzo: 4 i secondi di ritardo del Dottore. Nulla di nuovo in testa alla gara.

15° giro - Lorenzo è a 7 secondi da Pedrosa, che fa storia a sé con Marquez. Ottima gara di Iannone, quinto.

16° giro - Sempre Marquez, Pedrosa, Lorenzo. Quindi Rossi, Iannone, A. Espargaro e Dovizioso. Marquez continua a migliorare i suoi tempi, ma Pedrosa non molla.

17° giro - Lorenzo è a più 8 secondi da Marquez, che raccoglie giri veloci come fossero margherite. Pedrosa è a mezzo secondo da lui, non si arrende.

18° giro - Cristallizzate le posizioni in testa. Lorenzo ha blindato il terzo posto, Rossi il quarto, Iannone ha un vantaggio di 2 secondi su A.Espargaro, che si sta facendo sotto.

19° giro - Lotta Ducati per l'ottavo posto. Dovizioso precede Crutchlow di uno sbuffo.

20° giro - Marquez ha allungato su Pedrosa: ora è a 1,3 secondi dal compagno di squadra. Crutchlow ha passato Dovizioso per il 7° posto.

21° giro - Cinque giri all'arrivo. Marquez ha preso il volo. Pedrosa è a quasi 2 secondi. Lorenzo è a 9,3 secondi, un secolo. A. Espargaro sta prendendo Iannone.

22° giro - Pol Espargaro si è intromesso nella lotta tra Dovizioso e Crutchlow. Ha superato l'italiano, ora ha messo nel mirino l'inglese.

23° giro - Bradl sempre più giù: 13°. Pol Espargaro ha passato anche Crutchlow, ora è 7° dietro al fratello Aleix.

24° giro - Dovizioso su Crutchlow per l'ottavo posto. Manca un giro alla bandiera a scacchi. Marquez da standing ovation.

TRAGUARDO: Marquez, Pedrosa, Lorenzo, Rossi, Iannone, A. Espargaro, P. Espargaro, Dovizioso, Bautista, Crutchlow.

Twitter: @dario_pelizzari

© Riproduzione Riservata

Commenti