Sport

Allegri, ultimatum dalla Roma. E' più lontano dal Milan

Entro 48 ore deve rispondere a Baldini. Salta l'appuntamento con Berlusconi?

Svolta nella vicenda della conferma di Massimiliano Allegri come allenatore del Milan. Incassata la sconfitta di Coppa Italia, la Roma ha deciso di rompere gli indugi e ha chiesto al tecnico di pronunciarsi sul triennale offerto per trasferirsi nella Capitale. Un vero e proprio ultimatum di 48 ore che Allegri ha illustrato a Galliani nel corso di un incontro ieri presso la sede del Milan di via Turati.

Il Milan in questo momento non è in grado di dare ad Allegri le garanzie richieste (rinnovo e prolungamento del contratto almeno fino al 2015 e maggiore serenità rispetto alle critiche del presidente Berlusconi) e, quindi, non ha potuto controbilanciare la pressione della Roma. La mediazione di Galliani, che vorrebbe a tutti i costi la conferma di Allegri, è appesa a un filo.

In teoria resta valido l'appuntamento di giovedì ad Arcore con Berlusconi nel quale l'amministratore delegato del Milan spera di riuscire ad arrivare a un chiarimento tra allenatore e presidente, ma la Roma vorrebbe annunciare il nuovo responsabile tecnico già nella giornata di mercoledì. Dunque o Roma adesso o addio giallorossi. Allegri viene descritto come deciso a sposare il nuovo progetto tecnico, il Milan potrebbe liberarlo ma senza buonuscita economica e puntare su Clarence Seedorf. Il candidato da sempre di Silvio Berlusconi.

© Riproduzione Riservata

Commenti