Sport

Marco Borriello, bello e impossibile (trattenerlo)

Con il Genoa è rottura, l'attaccante continua a vivere a Milano e l'Inter è ad un passo

Marco Borriello è tornato al Genoa la scorsa estate (LaPresse)

Marco Borriello, attaccante classe 1982, aveva scelto il Genoa per ripartire e tornare un bomber implacabile, proprio come nell'ultimo anno in rossoblù impreziosito da 19 reti in 35 presenze nella stagione 2007/2008. Un'annata perfetta che gli aveva permesso di raggiungere il suo obiettivo: tornare nella squadra che lo aveva lanciato, il Milan, con un ruolo da protagonista. In rossonero una stagione a buon livello con 14 reti in 29 partite non gli era valsa la conferma. Ad agosto 2010 era così finito alla Roma, decisa a puntare su di lui per il rilancio. Anche in questo caso i numeri sono dalla sua, con 11 reti in 34 partite, ma alla fine del 2011 il rapporto con la società giallorossa si incrina e la punta finisce ai margini del progetto.

Lo scorso campionato arriva l'offerta della Juventus e Borriello contribuisce alla conquista dello scudetto segnando 2 reti in 13 partite. Finito il prestito a Torino torna nella capitale per ripartire nuovamente in prestito al Genoa. L'avvio di campionato in rossoblù è però di ben altro tono rispetto a quello di cinque anni prima e con la squadra coinvolta nella lotta salvezza Borriello fatica a trovare continuità e feeling con il partner di reparto Ciro Immobile. Ecco perché nella prossima finestra di mercato la punta potrebbe di nuovo cambiare aria, questa volta per vestire la maglia nerazzurra del'Inter. Massimo Moratti è infatti alla ricerca di un vice Milito e la candidatura di Floccari, in esubero alla Lazio, non convince Stramaccioni.

La trattativa è destinata a decollare già nelle prossime ore, soprattutto grazie agli ottimi rapporti tra le due società. Il giocatore non ha preso parte all'ultima trasferta rossoblù proprio contro l'Inter e a Genova si parla di una forte rottura tra la punta e il dirigente del Genoa Rino Foschi. Il motivo dell'attrito? Borriello continua a vivere a Milano nonostante sia tesserato per il Genoa, una scelta valutata come "poco professionale" da parte del club ligure. In estate Enrico Preziosi aveva accordato alla punta la possibilità di restare in Lombardia ma la difficile situazione della squadra, ora penultima in classifica, e i ripetuti ritardi (in un'occasione, dopo un tamponamento in autostrada Borriello non era riuscito ad arrivare in tempo per l'allenamento) hanno cambiato le carte in tavola.

Ecco perché alla ripresa del campionato l'attaccante napoletano potrebbe cambiare maglia per la quindicesima volta in carriera, un dato emblematico che incide non poco sulla continuità di un attaccante che conserva comunque una media gol invidiabile. Resta da capire quali saranno le altre mosse del Genoa per il reparto avanzato: oltre all'acquisto di Floro Flores già definito, si continua infatti a trattare con il Palermo per Immobile.

© Riproduzione Riservata

Commenti