Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Sport

Le squadre in campo: UCRAINA

La squadra di Blokhin si affida a Shevchenko per cercare una storica qualificazione

Shevchenko guarda il trofeo dell'Europeo 2012 (PA/SERGEY DOLZHENKO)

GIRONE D

L’altra nazionale ospitante insieme alla Polonia è l’Ucraina dell’allenatore Oleg Blokhin. Il commissario tecnico, ex allenatore di FK Mosca, Aek Atene e Paok, punta forte sulla nutrita schiera di calciatori protagonisti nel campionato ucraino. L’obiettivo è quello di riuscire nell’impresa di superare il girone con Inghilterra, Francia e Svezia in una competizione che vede l’Ucraina all’esordio assoluto.

La storia recente:

Fino a questa edizione l’Ucraina non era mai riuscita a centrare la qualificazione ai campionati europei. Il ruolo di nazione ospitante offrirà così agli uomini di Blokhin il ruolo di mina vagante del girone D. La nazionale dell’ex Urss, che ha giocato la sua prima partita nel 1992, si è qualificata finora solamente al mondiale 2006 in Germania uscendo ai quarti di finale contro gli azzurri che poi avrebbero vinto la coppa.

Palamres: -

Le convocazioni:

Il commissario tecnico Blokhin ha dato fiducia al blocco della Dynamo Kiev con ben otto giocatori convocati tra cui il 35enne ex Milan Andriy Shevchenko. Fuori dalla lista l’infortunato portiere titolare Shovkovsky che ha dovuto lasciare il ritiro per infortunio. La scelta del titolare tra i pali dovrebbe ora cadere su Pyatov dello Shakhtar Donetsk.Tra i “tagliati” anche il difensore  Vitaly Mandzyuk e del centrocampistaTaras Stepanenko.

Portieri: Andriy Pyatov (Shakhtar Donetsk), Olexandr Horyainov (Metalist Kharkiv), Maxym Koval (Dynamo Kiev).

Difensori: Olexandr Kucher (Shakhtar Donetsk), Yaroslav Rakitskiy (Shakhtar Donetsk), Vyacheslav Shevchuk (Shakhtar Donetsk), Evhen Khacheridi (Dynamo Kiev), Taras Mykhalyk (Dynamo Kiev), Evhen Selin (Vorskla), Bogdan Butko (Illichivets).

Centrocampisti: Olexandr Aliev (Dynamo Kiev), Denys Garmash (Dynamo Kiev), Oleh Gusiev (Dynamo Kiev), Andriy Yarmolenko (Dynamo Kiev), Evhen Konoplyanka (Dnipro Dnipropetrovsk), Ruslan Rotan (Dnipro), Serhiy Nazarenko (Tavriya), Anatoliy Tymoshchuk (Bayern Monaco).

Attaccanti: Artem Milevskiy (Dynamo Kiev), Andriy Shevchenko (Dynamo Kiev), Marco Devic (Metalist Kharkiv), Andriy Voronin (Dynamo Mosca), Evhen Seleznyov (Shakhtar Donetsk)

La possibile sorpresa: Denys Harmas

Centrocampista classe 1990. Fisico possente, è di proprietà del Dynamo Kyev, club che lo ha visto crescere fino all’esordio in prima squadra nel 2007 in un’amichevole contro il Milan. L’allenatore Gazzaev lo inserisce nella lista Champions League del 2009. Con la prima squadra ha già raccolto 42 partite con 2 reti mentre nelle nazionali giovanili si è fatto notare ai campionati europei under 19 del 2009 disputati proprio in Ucraina. Grazie agli ottimi risultati con la nazionale under 21 si è guadagnato la convocazione agli Europei.

La stella: Andriy Shevchenko

L’ex bandiera del Milan resta un riferimento per le nuove leve e per i giocatori più esperti della nazionale. Giocatore più rappresentativo nella storia del calcio ucraino è anche il recordman di gol in nazionale con 56  reti in 107 presenze dal 1995 a oggi. Cresciuto nella Dinamo Kyev, ha segnato 60 gol in 116 partite prima di arrivare al Milan. Con i rossoneri ha giocato sette stagioni ad altissimo livello prima del milionario trasferimento al Chelsea. In Inghilterra i gol sono solo 9 in 47 partite e così nel 2008/2009 c’è il ritorno in prestito al Milan. Nel 2009 il definitivo rientro in patria con 55 partite e 23 gol nella Dynamo. L’Europeo casalingo sarà l’ultimo grande appuntamento della sua vita prima del possibile ritiro nella prossima stagione.

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>