Sport

La Germania fa paura, poker alla Grecia ed è semifinale

I tedeschi vincono 4-2 in una partita senza storia. La squadra di Loew è la principale candidata al titolo

Khedira esulta dopo il 2-1 tedesco (LaPresse)

La Germania supera la Grecia per 4-2 nel primo quarto di finale dell'Europeo 2012 e si laurea prima semifinalista del torneo. I tedeschi soffrono per soli sei minuti, l'intervallo tra il gol di Samaras che regala il momentaneo pareggio agli ellenici e la rete di Khedira che dà il via alla goleada tedesca.

La formazione di Loew domina in lungo e in largo il primo tempo con un possesso palla prolungato e creando molte occasioni da gol. Klose sostituisce Gomez al centro dell'attacco, Ozil gestisce il gioco tedesco mentre Reus e Schurrle spingono sugli esterni. La Grecia si difende con dieci uomini dietro il pallone ma il vantaggio della Germania arriva al 39° con Lahm che dal limite dell'area lascia partire un destro sul quale Sifakis non è impeccabile. Il primo tempo si conclude con il vantaggio teutonico e la netta sensazione che il passaggio del turno sia solamente una formalità. Al 10' della ripresa il colpo di scena con il contropiede di Salpingidis che serve in area Samaras, abile ad anticipare Neuer in scivolata. I tedeschi di Loew reagiscono sin da subito e dopo sei minuti è nuovamente vantaggio grazie al gran tiro di Khedira che segna il nuovo sorpasso.

I sogni della Grecia tramontano definitivamente al 64' con Papadopoulos che si lascia sfuggire Klose, abile a mettere in rete il 3-1 sfruttando anche l'uscita sbagliata del portiere Sfitakis. Reus dilaga al 29' della ripresa, è il 4-1 che aspettano i cronisti: la Germania è la principale candidata alla vittoria finale dell'Europeo. Un trionfo sporcato dal gol del definitivo 4-2 di Salpingidis su rigore, risultato che conferma lo strapotere tedesco ma che lascia diversi dubbi sull'immortalità della difesa di Loew. Le difficoltà della Germania sono durate poco più di cinque minuti, troppo elevato il divario tecnico tra le due squadre per permettere agli ellenici di impostare la gara con il solo contropiede. I difetti della Germania però esistono e possono essere sfruttati: dai troppi errori a centrocampo (Schweinsteiger in ombra) passando per l'inesperienza internazionale di alcuni giovani talenti. La nazionale di Loew aspetta ora di conoscere la sua prossima avversaria in semifinale, Inghilterra o Italia?

© Riproduzione Riservata

Commenti