Sport

L'Autodromo di Pontedera scende in griglia di partenza

A coordinare le attività che porteranno alla creazione della struttura sarà Walter Sciacca, che - a progetto ultimato - ne assumerà la direzione generale

Nell'anno in cui Giovannino Agnelli avrebbe compiuto i suoi 50 anni, quella che è stata la sua città di adozione, Pontedera (dove ha sede la Piaggio, di cui fu Presidente, ndr), compie il decisivo passo avanti verso la definizione del progetto dell'Autodromo che proprio al manager prematuramente scomparso sarà intitolato.

Collocato in una posizione geografica cruciale (meno di 60 km da Firenze, circa 300 da Milano e da Roma), planimetria alla mano, rappresenterà qualcosa di più di un semplice impianto destinato ai praticanti e agli appassionati degli sport motoristici: a fare da sfondo al tracciato di 3.550 metri ci saranno, infatti, anche un impianto sportivo, un centro commerciale, una location per i congressi, un hotel, un ristorante e perfino una discoteca, per un investimento complessivo di circa 30 milioni di euro.

La titolarità dell'iniziativa spetta alla Pluris Servizi Immobiliari, colosso romano delle costruzioni che, nelle prossime settimane, procederà alla definizione di tutti gli aspetti necessari a garantire al più presto l'avvio delle attività.

La punta di diamante del team, colui che sarà a fianco dei progettisti come consulente per lo sviluppo dell’attività sarà Walter Sciacca, una delle figure-chiave del motosport mondiale, nonché "un garanzia per gli azionisti e per gli sportivi", come ha dichiarato Alfredo Medici, presidente della società a cui fa capo l'iniziativa.

Successivamente, dopo il taglio del nastro che darà ufficialmente il via alle operazioni di messa in opera della struttura, Sciacca ne assumerà la direzione generale.

“E’ con grande entusiasmo - ha dichiarato il top manager all'indomani della nomina - che raccolgo questa nuova sfida sia pure in un momento difficile per la nostra nazione ma sono fiducioso che si possa far bene. Questo progetto contribuirà a creare occupazione, indotto per Pontedera e tutti i paesi confinanti divenendone il volano dell’economia locale.”

Il quarantunenne palermitano, AD e DG di MPA (Motosport Professional Advice), ha raggiunto l'apice della propria carriera salendo al vertice, in veste di Amministratore delegato e Direttore generale, dell'Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola, coronando una carriera ventennale nell'organizzazione e nella gestione di di eventi in pista e di eventi agonistici internazionali.

© Riproduzione Riservata

Commenti