Sport

Krasic, intreccio tra Inter e Juve

Nerazzurri interessati al serbo che, però, costa 10 milioni di euro. I timori di Marotta e lo sgarbo di Lucio preso a parametro zero. Chelsea: super offerta per Hulk

Krasic sul mercato

L'attaccante della Juventus Milos Krasic, 25 anni – Credits: La Presse

C'è una suggestione che vivacizza la domenica del mercato. Le grandi rivali Inter e Juventus potrebbero presto sedersi al tavolo della trattativa per ragionare sul passaggio di Krasic a Milano. Al momento non esistono né conferme né offerte ufficiali. Però è bastato solo che girasse la voce perché si accendesse il dibattito.

INTER, IDEA KRASIC? - L'idea è pazza e rischia di scontrarsi con la rivalità che divide Inter e Juventus. I nerazzurri potrebbero essere interessati a Milos Krasic, deludente in bianconero e finito sul mercato. La Juventus punta a incassare 10 milioni di euro e ha già rifiutato offerte dall'Inghilterra. Krasic è legato da un contratto da 1,8 milioni di euro netti fino al 2014 e nelle scorse settimane era stato accostato alla Lazio. I due club non si sono ancora seduti al tavolo della trattativa e potrebbe anche pesare il timore dei Conte di veder esplodere all'Inter un talento inespresso alla Juventus.
LA JUVE SONDA ROMARINHO - Marotta scatenato: non solo Jovetic e Destro per i quali settimana prossima potrebbe essere condotto l'affondo ecisivo. La Juventus è interessata anche a Romarinho, il nuovo talento brasiliano, 21 anni, attaccante nel Corinthians appena laureatosi campione del Sudamerica anche grazie a una rete realizzata da Romarinho nella finale contro il Boca. Il giocatore è legato al Corinthians da un contratto quadriennale e il suo cartellino è, come spesso accade in Brasile, diviso tra più proprietari. Il club ha versato 1,7 milioni per meno della metà mentre il resto è diviso tra l’agente del calciatore e il Bragantino.
LA ROMA CERCA RINFORZI - Sabatini al lavoro anche nel fine settimana per cercare di colmare le lacune della rosa di Zeman dopo l'acquisto di Bradley e Tachtsidis. Servono giocatori soprattutto dietro. Nel mirino sempre Bosingwa, campione d’Europa col Chelsea e svincolato non avendo rinnovato il contratto, oppure per il giovane Jung, tedesco di 22 anni dell'Eintracht Francoforte dai costi di ingaggio più accessibili e forse più adatto a imparare il calcio vouto dal boemo. E' lui il preferito della Roma che ha presentato un'offerta ai tedeschi. Nei prossimi giorni l'affondo anche per il centrale Uvini da affiancare al rientrante Burdisso. Zeman ha bisogno di altri difensori e la società è intenzionata ad accontentarlo.
INTER-SAMP TRATTANO PER POLI - Già fissato per settimana prossima l'incontro tra Inter e Sampdoria per definire la situazione di Andrea Poli. Il giocatore piace a Stramaccioni ma la valutazione data dai blucerchiati per il riscatto (6 milioni di euro) è considerata eccessiva da Branca. Le società proveranno a limare le differenze magari anche allargando il discorso a Pazzini o a qualche giovane.
LAZIO, IL LOKOMOTIV TENTA YLMAZ - C'è anche il Lokomotiv Mosca su Burak Yilmaz, 27 anni, obittivo della Lazio. Per l'attaccante del Trabzonspor i russi hanno presentato un'offerta molto interessante e c'è il rischio del sorpasso. In ogni caso bisognerà aspettare il 10 luglio per conoscere il futuro del giocatore a questo punto chiamato a decidere fra Lazio, Galatasaray e Lokomotiv Mosca.
ASTORI INCERTO SULLO SPARTAK - Rischia di saltare il trasferimento in Russia di Astori. Il 25enne difensore del Cagliari non sembra convinto e non ha ancora dato via libera alle due società che hanno invece trovato l'accordo. Non si tratta di una questione economica ma di scelta personale. Il giocatore ha già effettuato e superato le visite mediche nei giorni scorsi.
CHELSEA SCATENATO - Capitan Terry e Lampard resteranno al Chelsea anche nella prossima stagione. Lo ha confermato Roberto di Matteo: "Non c'è necessità di rivoluzionare la squadra, bisogna invece trovare i giocatori giusti che si integrino al meglio nella rosa". Il sogno è l'attaccante del Porto Hulk per il quale Abramovich ha stanziato 38 milioni di euro. Risposta sin qui negativa, però, da parte dei lusitani.
MANCINI-RUSSIA: "TUTTE BALLE" - Entro il 20 luglio la federazione russa annuncerà il nome del commissario tecnico per le qualificazioni al Mondiale 2014 dopo l'addio di Advocaat. Per la stampa russa sono tre i favoriti per la panchina: Roberto Mancini, Fabio Capello e Luciano Spalletti. Dunque dovrebbe essere un ct azzurro a guidare i rossi, ma l'inserimento di Mancini non sembra destinato a coronarsi. "Tutte balle" ha commentato l'attuale manager del Manchester City il cui contratto scade nel 2013 e che sta discutendo con il club sia per il prolungamento che per la campagna acquisti sin qui senza fiammate. Secondo i tabloid inglesi c'è qualche frizione con i vertici del City ma è impensabile che Mancini lasci la Premier dopo averla conquistata e con davanti la sfida di una Champions League finalmente da protagonista.
KEITA VA IN CINA - Un pezzo di Barcellona emigra in Cina. Si tratta di Seydou Keita che lascia i blaugrana dopo quattro stagioni coronati dalla vittoria di ben 14 titoli. Ha deciso di accettare un'offerta a sei zeri del Dalian Aerbin. Contina così la campagna di rafforzamento del campionato cinese al momento dominato dall'Evengrade di Marcello Lippi.

© Riproduzione Riservata

Commenti