Sport

Kakà al Milan. Il resoconto di Bronzetti

Il noto agente Fifa, da anni vicino alle vicende di mercato del Real Madrid, spiega i dettagli dell’operazione

Kakà ai tempi del Milan (Credits: PATRICK HERTZOG/AFP/Getty Images)

Kakà è a Milano per sostenere le visite mediche, l’amore con il club rossonero non è mai finito. Ecco come sono andate le cose per Ernesto Bronzetti, agente Fifa da sempre vicino alle vicende di mercato del Real Madrid. “L'accordo è stato trovato questa notte alle 2,50 – ha detto Bronzetti a Milannews.it -. Il trasferimento è a titolo gratuito con dei bonus legati al rendimento del Milan e non del giocatore. C'è una grande amicizia tra i due club, tra Perez e Galliani. Non vi posso raccontare alcuni dettagli dell'operazione, ma Galliani ha un grande merito in questa trattativa. Adriano è un fenomeno in queste cose: lo era quando aveva i soldi, ma è altrettanto bravo, se non di più, a fare certe operazioni senza grandi risorse. Ci vuole grande fantasia, abilità e furbizia. Il contratto di Kakà sarà un biennale, il giocatore ha fatto un grande sacrificio visto che si è ridotto l'ingaggio di più del 50%.

"Anche lui ha fatto un atto d'amore, pur di tornare al Milan si è ridotto di molto lo stipendio. Ricardo è molto felice di tornare in rossonero, vuole fare una grande stagione per andare al Mondiale. La sua condizione? Sta bene, Ancelotti lo ha anche utilizzato in questi mesi. Non so se fisicamente sarà il Kakà di 4-5 anni fa, vedremo, ma lui comunque sta bene. La presentazione? Oggi deve fare le visite mediche, poi firmerà il contratto. Penso che potrebbe essere presentato già domani”.

© Riproduzione Riservata

Commenti