Sport

Inter: M'Vila e Casemiro per il centrocampo

Tante trattative aperte per i nerazzurri, che puntano anche alla conferma di Icardi e non desistono per Behrami. Cambiasso molto vicino al Valencia

Il brasiliano Casemiro in maglia Real Madrid: presto potrebbe vestire quella nerazzurra. – Credits: Getty Images.

Procede a rilento il mercato dell'Inter che, a pochi giorni dall'inizio del ritiro pre-campionato in quel di Pinzolo, non è ancora decollato. Nelle prossime ore verrà ufficializzato il nome del nuovo capo-scouting nerazzurro, ovvero l'ex diesse del Cosenza e dirigente del Sunderland Massimo Mirabelli: a lui toccherà il ruolo di scovare - insieme a Pierluigi Casiraghi - nuovi talenti ed elementi su cui puntare per il futuro.

Intanto Piero Ausilio è all'opera per chiudere due colpi a centrocampo. Saphir Taider ha declinato il corteggiamento del Rubin Kazan e vorrebbe restare alla corte di Mazzarri. Sul Nazionale algerino si registra pure il pressing della Lazio, in virtù della presenza in panchina di quel Stefano Pioli che lo lanciò nel calcio italiano ai tempi del Bologna. Il mediano prende tempo e riflette: sono giorni decisivi per il suo futuro, dato che si vocifera anche di un possibile cambio di agente. Il "niet" taideriano ai russi complica l'operazione legata al francese M'Vila, per il quale l'Inter ha in pugno l'accordo da dieci giorni. Giovedì 20 giugno, infatti, il suo rappresentante Fabrizio Ferrari aveva trovato l'intesa con Ausilio per un contratto da 1,5 milioni di euro più bonus. L'operazione sarebbe stata siglata in prestito con diritto di riscatto (già fissato ma non obbligatorio) fra dodici mesi per 8,5 milioni di euro. La sensazione è che alla fine l'affare possa comunque andare in porto, visto che l'ex Rennes è un pallino di Ausilio e lo stesso calciatore desidera confrontarsi con il calcio italiano.

Chi si allontana dalla Serie A è invece il camerunense M'Bia. Anch'egli è stato proposto al club di corso Vittorio Emanuele da Fabrizio Ferrari, ma al momento non è considerato una prima scelta. Semplici sondaggi destinati per il momento a non concretizzarsi. La scelta dei rinforzi si districa fra elementi desiderati da Thohir (Casemiro) e rinforzi espressamente richiesti da Walter Mazzarri (Behrami). Ausilio si destreggia fra i due fuochi per coniugare desideri tecnici e necessità economiche: troppi i 9 milioni chiesti da Aurelio De Laurentiis per il mediano elvetico. D'altronde il patron del Napoli non intende fare regali al suo ex tecnico e per questo ha sparato alto per Behrami, in modo da ostacolarne il ricongiungimento con Mazzarri. D'altro canto, non è un mistero che Behrami (classe '85) voglia lasciare i partenopei e abbia rapporti gelidi con Rafa Benitez. Classiche schermaglie di mercato destinate a durare ancora qualche settimana, ma che dopo ferragosto potrebbero venir meno riaprendo ufficialmente i contatti. Nessun abboccamento invece con il Torino per Alessio Cerci. L'ala destra classe '87 è stata proposta da alcuni intermediari, ma parlare di trattativa ad oggi appare eccessivo. In agenda in settimana l'appuntamento con l'entourage di Mauro Icardi per prolungare il contratto della punta sino al 2018, con conseguente adeguamento salariale a 1,5 milioni netti a stagione più bonus.

Chi piace tanto a centrocampo è il volante brasiliano Casemiro: il classe '92 non rientra più nei piani del Real Madrid e Ancelotti è pronto ad avallarne la cessione in prestito. Scenario gradito anche dall'Inter, che vorrebbe inserire un diritto di riscatto intorno agli 8 milioni: ipotesi ancora al vaglio delle Merengues, che attendono un segnale decisivo dal calciatore. Il centrocampista, infatti, vorrebbe avere la certezza da parte dello staff tecnico madrileno di non rientrare nei piani del Real prima di accettare il trasferimento. Gli ottimi rapporti dello stesso Thohir (come testimonia l'operazione Hernanes condotta a gennaio) con l'agente del calciatore Joseph Lee dovrebbero favorire il buon esito dell'operazione. Sempre a proposito di mediani: l'ex bandiera nerazzurra Esteban Cambiasso è a un passo dal Valencia, che propone all'argentino un biennale da circa 3 milioni a stagione.

© Riproduzione Riservata

Commenti