Sport

Il Milan al bivio sogna di vestire nerazzurro

Pato e Robinho via aprono la strada a Balotelli. E c'è la tentazione Sneijder che vorrebbe restare a Milano

Wesley Sneijder

Nell'ultima stagioner Sneijder ha giocato 28 partite con 5 gol – Credits: La Presse

Il viaggio in Brasile di Galliani sta accelerando le strategie di mercato del Milan che intende consegnare ad Allegri una squadra nuova di zecca il più in fretta possibile. Le ore chiave saranno quelle tra il 2 e il 3 gennaio quando verrà annunciata ufficialmente la cessione di Pato e Robinho. Quest'ultimo è rimasto in Brasile con un permesso extra da parte della società proprio per aiutare la soluzione della trattativa con il Santos che chiede un piccolo sconto rispetto ai 10 milioni di euro chiesti.

Si tratta con l'obiettivo di chiudere in fretta, malgrado qualche perplessità tattica di Allegri che avrebbe preferito tenersi Robinho almeno fino alla fine della stagione. Nessun rimpianto invece per Pato. Il suo procuratore Gilmar Veloz ha rotto il silenzio spiegando come l'addio al Milan sia ormai nei fatti. Non parlava dal vertice di dicembre a Milano ed è stato più che chiaro.

Ecco le parole di Veloz: “Abbiamo scelto il Corinthians. Ho capito che era arrivato il momento di una nuova esperienza e speriamo vada tutto bene. Galliani ha capito le nostre ragioni. Mancano ancora alcuni dettagli tra i due club ma non sta a me dire altro”. I dettagli sono legati alle tempistiche e alla formula di pagamento dei 15 milioni di euro che arriveranno nelle casse del club rossonero e che saranno reinvestiti sul mercato.

La tentazione è rappresentata da Sneijder che a sua volta ha confermato come sia meglio lasciare l'Inter a gennaio mettendo fine al tormentone. Costa relativamente poco di cartellino (10 milioni) e molto di ingaggio anche se potrebbe facilitare la permanenza a Milano anche per accontentare la moglie Yolanthe. Se ne era parlato anche nei mesi scorsi, ma adesso l'ipotesi è concreta. Sull'olandese c'è la concorrenza del Liverpool che è pronto a sbarcare in Italia per offrire all'Inter la cifra giusta, ma al giocatore un triennale inferiore alle attese.

Al ritorno di Galliani in Italia si aprirà anche la caccia all'attaccante. In cima alla lista resta ancora Drogba che ha un contratto con costi proibitivi. Il Milan ha stanziato 8 milioni per un anno e mezzo (giugno 2014). Nelle ultime ore, però, è arrivata la clamorosa apertura di Mino Raiola sul futuro di Balotelli che ormai è un separato in casa al Manchester City: "Non è mai stato facile come oggi prendere Balotelli". Mancini non lo convoca dal giorno del derby contro lo United in cui uscì protestando dopo 51 minuti di nulla. Gli ha lanciato un ultimatum: "Cambi vita ed impari da uno come Totti". L'impressione è che cambierà squadra.

Seguimi su Twitter e Facebook

© Riproduzione Riservata

Commenti