Ferrari-gran-premio-australia
Formula 1

Ferrari e Vettel, ecco le risposte attese dal Gp d'Austria a Zwelteg

Perché il pilota (graziato dalla Fia) è nervoso? La Mercedes è tornata superiore? Il Mondiale è solo un sogno? Guida al week end del Cavallino

Il Gran Premio d'Austra a Zeltweg rappresenta un punto di svolta della stagione della Ferrari. Le ultime gare a Montreal e Baku hanno lasciato aperte alcune situazione attorno a cui ruota il giudizio sulla reale competitività della Rossa nella corsa mondiale contro la Mercedes e Hamilton.

Per la prima volta dall'inizio del campionato la SF70-H è parsa in difficoltà rispetto alla rivale. Solo un caso o il vantaggio iniziale non c'è più? La pista austriaca è ideale per fornire qualche risposta che vada oltre la semplice contabilità dei punti. Non si deve dimenticare, infatti, che Vettel è tornato dall'Azerbiagian con un vantaggio cresciuto su Hamilton. Ma in condizioni normali le cose sarebbero andate diversamente.


Dall'areodinamica alla power unit fino alla tenuta psicologica di Vettel: ecco i temi aperti e che spingono a seguire il week end austriaco con la massima attenzione in cerca di risposte. Sarà un Gp diverso dagli ultimi che l'hanno preceduto e che sono stati anomali per tracciato o svolgimento. Oppure per entrambe le cose.

Vettel è nervoso o si è trattato di un caso isolato? - L'errore del pilota tedesco nella corrida di baku è emerso chiaramente dopo il tentativo di difesa della Ferrari a caldo. Vettel ha rischiato grosso in pista e anche fuori: in condizioni differenti sarebbe stato escluso dalla gara e la punizione dello Stop&Go da 10 secondi è stato il danno minimo visto quanto accaduto.

La Fia l'ha richiamato e ora Seb non potrà più sbagliare. In Austria ha anche il peso della superlicenza a rischio (3 punti rimanenti su 12) che svanirà solo a Silverstone. Quindi dovrà essere perfetto e, soprattutto, dimostrare che si è trattato di un momento di nervosismo isolato e non di una preoccupante spia d'allarme.

Quanto pagherà politicamente la Ferrari le accuse di Baku? - Dopo il Gp dell'Azerbaigian la Ferrari ha accusato la Fia di avere un occhio di riguardo... contro la Rossa. Parole che certamente non sono piaciute ai vertici mondiali e che potrebbero tornare indietro come un boomerang da qui alla fine della stagione.

Il rischio è che la ruotata di Vettel ad Hamilton pesi in futuro nelle valutazioni, quando il clima si farà incandescente. La Mercedes ha sottolineato con l'evidenziatore il comportamento della Fia con la Ferrari e ritiene (a torto o a ragione) che sia stato troppo morbido.

La Mercedes è tornata superiore nell'assetto? - La gara di Baku, al di là dell'andamento schizofrenico, ha mostrato una Mercedes a suo agio e una Ferrari in difficoltà. Hamilton avrebbe certamente vinto senza il problema del fissaggio dell'abitacolo mentre Vettel ha trascorso il sabato e la domenica ad inseguire.

La sensazione è che i tedeschi abbiano risolto i problemi d'assetto e abbiano trovato un giusto compromesso con le gomme permettendo a queste di andare in temperatura in fretta; era il limite di inizio stagione. E' davvero così o si è trattato di un caso isolato?

Chi è superiore come Power Unit? - A Zeltweg la Ferrari porta la seconda evoluzione della power unit dopo che a Baku è parsa indietro rispetto alla Mercedes. La pista austriaca non è quella in cui il motore conta di più,però un'indicazione sarà utile perché fare la seconda parte di stagione con meno velocità potrebbe compromettere le speranze iridate di Vettel.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti