Formula 1

F1, Gp Gran Bretagna: anticipazioni, quote, orari e precedenti

Sulla pista di Silverstone, uno dei circuiti storici della Formula 1, va in scena la nona gara della stagione. Davanti al pubblico di casa, Hamilton farà di tutto per sistemare i conti con Rosberg

I dominatori incontrastati del Mondiale, Lewis Hamilton e Nico Rosberg – Credits: EPA/VALDRIN XHEMAJ

L'anno scorso fu un mezzo disastro, prima e durante la gara di Silverstone. Pochi giorni prima del semaforo verde, la Fia tirò le orecchie alla Mercedes per aver tenuto un test segreto a Barcellona con la complicità della Pirelli, che manco a farlo apposta venne fatta accomodare sul banco degli imputati nel corso del gran premio inglese per spiegare al mondo delle corse le ragioni del ripetuto scoppio delle gomme su alcune monoposto. A farne le spese, in quella confusione pericolosissima di pneumatici che saltavano per aria, ci fu tra gli altri Lewis Hamilton, costretto a un passaggio non previsto ai box al giro numero 8. Partiva al comando e finì quarto, con grande soddisfazione del compagno di scuderia Nico Rosberg, che si aggiudicò la seconda corsa della stagione, il penultimo trionfo della Mercedes nell'anno 2013.

Dodici mesi dopo, è tutta un'altra storia. Perché dopo 8 gare la Mercedes ha già chiuso il mondiale con una sequenza meravigliosa di vittorie (4 di Hamilton e 3 di Rosberg) e perché ora è Rosberg che guida ed Hamilton che insegue a 29 punti di distanza. “Questa è l'unica gara di casa, lui ne ha di più (ndr, Monaco e Hockenheim), farò di tutto per batterlo”, ha spiegato il pilota britannico che davanti al suo pubblico ha vinto soltanto una volta, nel 2008. Dal canto suo, Rosberg non ha alcuna intenzione di concedere cortesie. “Sto attraversando un periodo d'oro e intendo proseguirlo – la chiamata alle armi del leader del campionato - So che Lewis potrà contare sul sostegno della gente e ciò garantisce una spinta enorme, ma proverò a batterlo lo stesso”. Comunque vada, probabile che anche a Silverstone le Mercedes dettino legge. Troppo grande è ancora il divario con le altre scuderie per pensare che la corsa della regina possa regalare sorprese degne di nota.

Non fosse Mercedes, potrebbe essere Williams. Bottas e Massa (domenica raggiungerà quota 200 gp in F1) hanno fatto molto bene in Austria e vogliono dimostrare di poter recuperare posizioni. La Red Bull è inciampata nel gran premio di casa ma ha i numeri (e i piloti) per tornare a fare la voce grossa negli ultimi gran premi della stagione, mentre la McLaren sbuffa e soffre perché non riesce a stare al passo delle prime della classe. La Ferrari? C'è ma non si vede. Kimi Raikkonen fa fatica a dare del tu alla F14 T e Fernando Alonso continua a firmare traguardi da applausi con una macchina che sconta un gap di cavalli dalla Mercedes da libro Cuore. A Maranello regna l'ottimismo ma qui alla fine dell'anno non sarà rivoluzione.

I numeri del Gp della Gran Bretagna

Gara numero 9 di 19

Nome circuito: Silverstone

Prima gara disputata nel 1950

Numero di giri: 52

Lunghezza del circuito: 5,891 Km

Distanza complessiva: 306,198 Km

Miglior tempo: 1’33”401 – Webber (2013)

I precedenti

Pole, podi e risultati Ferrari nelle ultime quattro edizioni

2013 – Pole: Hamilton (Mercedes). Podio: 1° Rosberg (Mercedes), 2° Webber (Red Bull), 3° Alonso (Ferrari). Giro più veloce: Webber (Red Bull). Ferrari: 3° Alonso, 6° Massa.

2012 – Pole: Alonso (Ferrari). Podio: 1° Webber (Red Bull), 2° Alonso (Ferrari), 3° Vettel (Red Bull). Giro più veloce: Raikkonen (Lotus). Ferrari: 2° Alonso, 4° Massa.

2011 – Pole: Webber (Red Bull). Podio: 1° Alonso (Ferrari), 2° Vettel (Red Bull), 3° Webber (Red Bull). Giro più veloce: Alonso (Ferrari). Ferrari: 1° Alonso, 5° Massa.

2010 – Pole: Vettel (Red Bull). Podio: 1° Webber (Red Bull), 2° Hamilton (McLaren), 3° Rosberg (Mercedes). Giro più veloce: Vettel (Red Bull). Ferrari: 14° Alonso, 15° Massa.

La classifica piloti prima del Gp della Gran Bretagna
(prime 10 posizioni)

1° Rosberg (Mercedes), 165 punti; 2° Hamilton (Mercedes), 136; 3° Ricciardo (Red Bull), 83; 4° Alonso (Ferrari), 79; 5° Vettel (Red Bull), 60; 6° Hulkenberg (Force India), 59; 7° Bottas (Williams), 55; 8° Button (McLaren), 43; 9° Massa (Williams), 30; 10° Magnussen (McLaren), 29.

La classifica costruttori prima della Gran Bretagna
(prime 5 posizioni)

1° Mercedes, 301 punti; 2° Red Bull, 143; 3° Ferrari, 98; 4° Force India, 87; 5° Williams, 85.

Le quote bwin

Sarà ancora una lotta a due tra i piloti della Mercedes. Per bwin, a Silverstone non cambieranno le logiche delle ultime gare, con le Frecce d'argento favoritissime sia per le qualifiche sia per la gara. Hamilton è un passo avanti al compagno di scuderia. Per il campione del mondo 2008, quota a 1.60 per la pole e a 1.65 per la vittoria, mentre Rosberg è dato a 2.85 per il primo posto in griglia e a 2.65 per il trionfo alla bandiera a scacchi. Staccatissimi tutti gli altri. Massa e Bottas sono segnalati in lavagna per la pole a 15. Precedono Ricciardo (20), Vettel (25), Alonso (40) e Raikkonen (85). Le cose cambiano, e non di poco, per la gara, con le due Williams e le due Red Bull a braccetto a quota 25. Seguono Alonso (35), Raikkonen (100) e Hulkenberg (150).

Gli orari tv

Venerdì

Ore 11: prove libere 1, diretta Sky Sport F1 e sintesi Rai Sport 2 (15,30)

Ore 15: prove libere 2, diretta Sky Sport F1 e sintesi Rai Sport 2 (22)

Sabato

Ore 11: prove libere 3, diretta Sky Sport F1

Ore 14: qualifiche, diretta Sky Sport F1 e differita Rai 2 (22,30)

Domenica

Ore 14: gara, diretta Sky Sport F1 e differita Rai 2 (21)

Twitter: @dario_pelizzari

© Riproduzione Riservata

Commenti