Formula 1

Alonso beffato da Webber ma resta leader

Lo spagnolo secondo a Silverstone dopo aver dominato: tradito dalle gomme. Bene Massa al quarto posto. Ferrari in corsa per il Mondiale. Disastro delle McLaren

Gp Silverstone 2012 8

Webber aveva già vinto a Silverstone nel 2010 – Credits: Reuters

Piange e ride insieme Alonso. Soffre perché la vittoria a Silverstone è sfumata solo a quattro giri dalla bandiera a scacchi di una gara altrimenti dominata sin dalla partenza. Ride, però, perché il secondo posto alle spalle della Red Bull di Webber consente allo spagnolo di mantenere il primato nella classifica mondiale e di archiviare comunque un fine settimana positivo.

Ha vinto Webber che nel finale è stato favorito dalla strategia con le gomme. Alonso, che era partito con le gomme dure e le ha tenute fino al giro numero 38, è stato costretto a stringere i denti nel tratto conclusivo della gara quando invece l'avversario poteva contare a sua volta sulla miscela 'hard'. Lo spagnolo ha tentato di resistere ma è capitolato alla 49° tornata quando Webber lo ha attaccato all'interno nel tratto meno favorevole alla Ferrari.

Il gran premio di Alonso è finito lì, ma almeno non si è consumata la beffa già vista di sorpassi in serie fino a buttarlo giù dal podio sul quale è salito anche il campione del mondo Vettel. E alle spalle del tedesco si è piazzato Massa, autore della migliore gara della stagione nel week end che potrebbe aver sancito la sua rinascita. Una buona notizia per la Ferrari che conta sul brasiliano per togliere punti agli avversari di Alonso in chiave mondiale. A Silverstone, ad esempio, l'operazione è riuscita con Hamilton che ha chiuso 7° alle spalle anche di Raikkonen e Grosjean.

ALONSO, GRANDE CONTINUITA'  - Per Alonso è il quarto podio nelle ultime cinque gare e il 21° gran premio consecutivo a punti. Non c'è stato l'acuto del successo, ma di questo passo lo spagnolo rischia davvero di puntare al bersaglio grosso del Mondiale. Il rivale minaccia di essere proprio Webber, giunto alla nona vittoria in carriera (a Silverstone anche nel 2010) e ora salito a 13 lunghezze dal ferrarista.

LO SPAGNOLO RESTA LEADER MONDIALE - Il secondo posto lascia Alonso in testa alla classifica con 129 punti contro i 116 di Webber. Alle loro spalle il gruppo si sta sgranando: Vettel è terzo a quota 100 e ha il problema di trovarsi un'alternativa in casa. Poi ci sono Hamilton (92) disastroso a Silverstone, Raikkonen (83) penalizzato dalle pessime prove e Rosberg (75). Tutti gli altri sono tagliati fuori. Nella classifica per team balzo avanti della Ferrari che ora è dietro solo alla Red Bull capolista (216 punti contro 152). Se Massa si sveglia...

KOBAYASHI DA PAURA - Attimi di terrore ai box al 38° giro quando Kobayashi, rientrando per sostituire le gomme, ha travolto quattro meccanini. Per fortuna nessuno si è fatto male seriamente. Solo uno dei uomini del team ha dovuto ricorrere alle cure del centro medico del circuito.

DOMENICALI SODDISFATTO - Soddisfatto il capo team della Ferrari malgrado la beffa: "Peccato ma il passo con le soft non ce l'avevamo. Contento perché abbiamo fatto punti importanti anche per la classifica costruttori. Adesso altre due gare per massimizzare quello che abbiamo. Sappiamo dove lavorare". Massa? "Molto bene. E' un buon segnale perché abbiamo bisogno di entrambe i piloti per un titolo che è alla nostra portata".

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Webber, trionfo a Silverstone

L'australiano della Red Bull trionfa superando Alonso a 4 giri dalla fine. In classifica è alle spalle dello spagnolo che lo sopravanza di 13 lunghezze. Sul podio anche Vettel. Bene Massa: quarta posizione

Silverstone, il diluvio non ferma la Formula Uno

Le immagini del diluvio che ha flagellato il circuito di Silverstone durante le prove ufficiali del GP di Gran Bretagna. Monoposto ai box per oltre un'ora in attesa che la pioggia smettesse di cadere

Commenti