Sport & business, le news della settimana

Calcio/1. La Supercoppa tra Juventus e Lazio si giocherà in Italia il 18 agosto. Lo ha confermato questa mattina in un’intervista a SkyTg24 il presidente di Lega Maurizio Beretta. Si è chiusa così una querelle durata oltre venti giorni, durante …Leggi tutto

6e154596881f595589aa1f8e2d7554de.jpg

President of SS Lazio Claudio Lotito kisses the trophy of Italian Tim Cup at the end of Final soccer match, between AS Roma and SS Lazio, at the Olimpico stadium in Rome, Italy 26 May 2013. SS Lazio won 1-0. ANSA / MAURIZIO BRAMBATTI

Calcio/1. La Supercoppa tra Juventus e Lazio si giocherà in Italia il 18 agosto. Lo ha confermato questa mattina in un’intervista a SkyTg24 il presidente di Lega Maurizio Beretta. Si è chiusa così una querelle durata oltre venti giorni, durante i quali si è sfiorato l’incidente diplomatico tra la società bianconera e il presidente laziale Claudio Lotito, mentre proprio la Lega cercava una mediazione dopo aver visto tramontare le ipotesi estere (Toronto e Pechino in primis) a causa delle basse offerte.

Claudio Lotito festeggia la vittoria della Coppa Italia con la Lazio lo scorso 26 maggio (credits: Maurizio Brambatti/Ansa)

Calcio/2. Diego Armando Maradona contro il Napoli. Per chi conosce le dinamiche partenopee e soprattutto il legame tra il Pibe de Oro e la squadra che gli ha regalato fama e ricchezza (oltre a due scudetti) potrebbe sembrare fantascienza. Invece questo è il titolo di iscrizione a ruolo della causa che inizierà domani presso il tribunale civile del capoluogo campano. A Maradona non è andato giù il fatto che la società di Aurelio De Laurentiis abbia inserito i suoi 100 migliori gol all’interno di un dvd, appena uscito, che raccoglie altrettante prodezze dell’attuale bomber azzurro Edinson Cavani. Secondo i suoi legali Scala e Pisani (gli stessi che lo assistono nella lunga battaglia giudiziaria contro il fisco italiano), ci sarebbero gli estremi per rilevare la violazione dei diritti d’immagine. I due avvocati, nell’udienza di domani, chiederanno ai magistrati un provvedimento d’urgenza per ritirare il dvd dalle edicole, unito a un risarcimento di due milioni di euro .

America’s Cup. Alla partenza mancano ancora 20 giorni, ma le regate di America’s Cup (al via il 7 luglio con le eliminatorie sponsorizzate da Louis Vuitton) hanno già uno sconfitto: il business. Mai come quest’anno, infatti, la kermesse velica più importante al mondo sta pagando dazio alla crisi, complice anche l’impennata di costi dovuti alla sicurezza, l’irrigidimento del protocollo e la location di San Francisco, che penalizza il mercato europeo sia dal punto di vista della visibilità delle aziende locali sia da quello dell’appeal televisivo, con le gare trasmesse in piena notte. Risultato: al primo round prenderanno parte soltanto due imbarcazioni, l’italiana Luna Rossa e New Zealand, il minimo storico. Le tribune che avrebbero dovuto ospitare gli spettatori a terra sono state smontate e i (pochi) biglietti piazzati in prevendita verranno rimborsati. Investimenti più risicati rispetto al passato anche per i partner tecnici, che del resto per motivi di sicurezza non potranno più contare sulle ospitate in barca per i loro clienti vip al seguito delle gare. Infine la Rai, che ha acquistato i diritti tv, trasmetterà le gare solo a partire da metà agosto.

Formula 1. Nessun cambiamento nel corso dei prossimi gran premi, almeno sino al mese di luglio. La rivoluzione delle gomme nel circus, che secondo rumors pubblicati dalla stampa di settore nei giorni scorsi avrebbe dovuto portare il fornitore unico (l’italiana Pirelli) a modificare i pneumatici da gara, è stata posticipata a causa dell’impossibilità di completare i test sul bagnato e della mancata unanimità tra i team costruttori. Lo ha specificato l’azienda italiana in una nota, ribadendo che i test già condotti riguardano nuove miscele anti-delaminazione che saranno utilizzati nel 2014 e che dunque chi ha partecipato a quei test – il riferimento è alla Mercedes – non ne è risultato in alcun modo favorito rispetto allo svolgimento dell’attuale stagione motoristica.

Ippica/1. Raccolta a 75 milioni di euro per le scommesse ippiche a maggio 2013. È quanto si legge nel bollettino pubblicato dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, secondo cui il calo rispetto allo stesso mese del 2012 è del 27,31%. Il volume di gioco del Totalizzatore ippico, come riporta l’agenzia specializzata Agipronews, è stato di 50 milioni mentre quello accettato nei corner è stato di 25 milioni. Il calo maggiore, dunque, è quello registrato dal gioco in agenzia.

Ippica/2. Cappelli  stravaganti e fiumi di champagne, alla presenza dell’inossidabile regina Elisabetta: prenderà il via domani il Royal Ascot, l’evento ippico per eccellenza in Inghilterra. La crisi economica pesa anche nelle tasche dei benestanti inglesi e dei rampolli di buona famiglia e nel 2013 si punta sull’austerity. Per la sigla Paddy Power, dall’inizio alla fine dell’evento (18-22 giugno), saranno servite tra le 50 mila e le 60 mila bottiglie di champagne (a 1,80), mentre superare le 60 mila si gioca a 2,30. In calo anche le presenze: per i bookie saranno tra le 280 e le 300 mila (a 1,91), mentre scendere sotto le 260 mila è un’ipotesi pagata 3 volte la posta. La presenza sugli spalti di William e Kate, ormai vicina al termine della gravidanza, si gioca a 6 volte e mezza l’importo. Non inferiore ai 60 milioni di sterline, secondo gli organizzatori, sarà invece il giro d’affari complessivo delle puntate. Un buon risultato nonostante la crisi stia picchiando duro sul settore del betting anche nella sua madrepatria.

© Riproduzione Riservata

Commenti