Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Calcio

Vince solo il Napoli. L'Italia 15° nel ranking Uefa

Partenza lenta in Europa League: anche Cipro e Bielorussia meglio di noi. L'Inter non infrange il tabù San Siro. Esplode Edu Vargas: tripletta

 

Se la prima giornata segna una tendenza meglio cambiare marcia da subito perché il debutto delle italiane in Europa League è stato sofferto al limite dell'autolesionismo. Ha vinto solo il Napoli in casa contro l'Aik Solna nella serata in cui per la prima volta si è potuto ammirare il talento di Edu Vargas autore di una tripletta. Mazzarri aveva consegnato a lui e a Lorenzo Insigne le chiavi dell'attacco ed è stato ripagato con gli interessi: 4-0 e girone subito in discesa.

Le altre non sono state capaci di fare altrettanto tra turnover e tremori di inizio stagione. Per l'Inter, ad esempio, San Siro rimane inespugnabile. Il Rubin Kazan è andato vicinissimo al colpo: due volte in vantaggio su clamorosi errori difensivi nerazzurri, due volte raggiunto da Livaja e Nagatomo allo scadere.

In rimonta anche l'1-1 dell'Udinese con l'Anzhi di Eto'o. Autorete goffa di Padelli e pareggio del solito Di Natale al 90'. La Lazio ha sofferto a White Hart Lane contro il Tottenham strappando uno 0-0 anche grazie a un paio di sviste arbitrali che hanno penalizzato gli inglesi.

Complessivamente il primo turno europeo è stato negativo per le italiane: una sola vittoria e ben 5 pareggi. Nel ranking stagionale abbiamo raccolto fin qui 3,416 punti e siamo addirittura 15°. Oltre alle solite Spagna, Inghilterra e Germania anche nazioni sulla carta inferiori come Belgio, Cipro, Romania, Bielorussia e Norvegia hanno fatto meglio. La notizia peggiore, però, è che hanno più punti di noi anche Francia e Portogallo che in classifica insidiano il nostro quarto posto.

Al momento conserviamo un piccolo vantaggio grazie ai nostri 53,147 punti: + 1,814 sulla Francia e + 1,979 sul Portogallo. E' però un vantaggio del tutto virtuale perché, per il gioco degli scarti, in proiezione della prossima stagione siamo già quinti alle spalle anche del Portogallo e allungando lo guardo fino al 2014-2015 ci troviamo addirittura sesti superati pure dall'Olanda e con la Francia distante solo 1,011 punti. L'allarme suona da tempo. Il debutto in Europa League, tra formazione infarcite di riserve e stadi semivuoti, chiarisce che i nostri dirigenti non se ne sono ancora accorti.

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>