Under-21 European Championship
Calcio

Di Biagio ci riprova: alla scoperta della nuova under 21

Dopo l'eliminazione dall'Europeo lo scorso giugno il ct è stato confermato. Le colonne saranno Romagnoli, Rugani e Bernardeschi, le scommesse Boateng, Monachello e Mandragora

L'eliminazione dall'Europeo in Repubblica Ceca dello scorso giugno brucia ancora ma l'Italia under 21 ha scelto di ripartire dallo stesso condottiero. Luigi Di Biagio è stato confermato alla guida del primo serbatoio di Antonio Conte e il nuovo ciclo degli azzurrini è ripartito dalla prima sfida in vista dell'edizione 2017. Contro la Slovenia è arrivato un 1-0 convincente firmato su rigore da Federico Berardeschi, il talento della Fiorentina che sarà tra i cardini del nuovo progetto. Con lui tanti giovani già battezzati come future scommesse della nazionale maggiore sulle quali l'allenatore ed ex centrocampista di Roma e Inter ha deciso di puntare.

LA DIFESA

La coppia dell'Italia del futuro sembra già decisa ed è tra le certezze del nuovo ciclo di Di Biagio. I centrali saranno Daniele Rugani e Alessio Romagnoli, il primo di proprietà della Juventus e il secondo nuovo centrale del Milan targato Mihajlovic. Sugli esterni Di Biagio ha invece voluto puntare su due nomi che fanno già gola alle big: Andrea Conti dell'Atalanta e Nicola Murru del Cagliari. In porta è piaciuto l'altro cagliaritano Alessio Cragno mentre alle sue spalle scalpitano già Ivan Provedel del Modena e Simone Scuffet, in prestito al Como dopo essere sparito nell'Udinese.

492587

IL CENTROCAMPO

La mediana di Di Biagio punta forte sul granata Marco Benassi, primo cardine di un reparto che cercherà di valorizzare tanti giovani della serie A: il laziale Danilo Cataldi, il genoano (ora in prestito al Pescara) Rolando Mandragora, il milanista Josè Mauri e anche Bryan Cristante, l'ex primavera del Milan che ha cercato fortuna in Portogallo con il Benfica.

602149

L'ATTACCO

Il numero dieci è di Federico Bernardeschi, talentino viola che ha già segnato in serie A e che con l'under 21 conta già 9 presenze con tre gol. La sorpresa potrebbe invece esssere Kingsley Boateng, classe 1994 e in forza al Bari, ghanese naturalizzato italiano proprio su indicazione del commissario tecnico. Contro la Slovenia tra i migliori in campo c'è stato anche Gaetano Monachello dell'Atalanta, un classe 1994 che però vanta già esperienze in Grecia, Francia e Belgio. Tra i convocati anche Daniele Verde del Frosinone mentre sotto osservazione costante c'è sempre Alberto Cerri, punta della Juventus ma in prestito al Cagliari.

© Riproduzione Riservata

Commenti