Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Calcio

Terry, capitano senza strette di mano

Dopo Bridge (questioni di corna) anche Ferdinand rifiuta il saluto al capitano del Chelsea. In estate il processo per gli insulti razzisti

 

Non c'è stata alcuna sorpresa perché tutto era stato ampiamente annunciato. Vedere il difensore del Qpr Anton Ferdinand rifiutare la stretta di mano di saluto prima della gara al capitano del Chelsea John Terry ha fatto, però, scalpore anche perché per Terry si tratta di un film già visto. I due erano stati protagonisti un anno fa di una polemica durissima. Ferdinand aveva accusato Terry di insulti razzisti. Il capitano del Chelsea e della nazionale era finito sotto processo penale (salvo poi essere assolto) e aveva perso la fascia in vista di Euro 2012 con una scelta della federazione che aveva portato alle dimissioni di Capello.

Vicenda che evidentemente la sentenza di un Tribunale non ha chiuso nella testa di Ferdinand che ha rifiutato la mano a Terry prima di Qpr-Chelsea passando oltre malgrado il tentativo del capitano 'blues' di stringergliela guardandolo negli occhi. Terry è ancora in attesa di sentenza da parte della Football Association. Ferdinand ha ignorato anche Ashley Cole che aveva preso le difese del compagno nel processo dello scorso luglio.

In passato già l'ex compagno di squadra Wayne Bridge gli aveva rifiutato il saluto, ma in quel caso si era trattato di questioni di 'letto' con una donna, la celebre Vanessa Perroncell, a dividere i due ex-amici. Per questioni di razzismo, invece, l'attaccante del Liverpool Suarez aveva rifiutato la stretta a Evra del Manchester United che lo strattonava per cercare il contatto. Suarez era stato accusato da Evra di insulti di stampo razzista.

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>