Calcio

Speciale ritiri – L’Inter di Stramaccioni volta pagina

Via tante bandiere, aumenta la colonia argentina. E il mercato non è ancora finito...

Andrea Stramaccioni durante un allenamento a Pinzolo (LaPresse)

La nuova Inter di Andrea Stramaccioni è pronta a dare il via alla nuova stagione. Sono 26 i convocati del tecnico in vista del ritiro di Pinzolo che durerà fino al 15 luglio. Una squadra pronta a cambiare pelle con esclusioni eccellenti e nuovi innesti . Julio Cesar e Stankovic restano a casa, Pazzini è al passo d’addio. Sneijder è stato confortato dal tecnico che lo ha definito il suo numero dieci. Il mercato ancora aperto potrebbe riservare sorprese sia in entrata che in uscita: oltre agli epurati si aspettano novità su Andrea Ranocchia che interessa molto il Manchester City. Si tiene d’occhio sempre Lucas del San Paolo mentre è più difficile arrivare a Paulinho.

NUOVI ARRIVI E TANTI ADDII

Julio Cesar e Dejan Stankovic non sono stati convocati, per loro l’esperienza nerazzurra è terminata e si attendono novità dal mercato per trovare una sistemazione. Il portiere brasiliano ha lasciato la maglia da titolare al neo arrivato Samir Handanovic, saracinesca slovena in arrivo dall’Udinese. L’estermo difensore non è però ancora arrivato in ritiro, gode infatti di un permesso fino al 10 luglio. Oggi arriverà Maicon (a sua volta in attesa di sapere se potrà essere ceduto al Real Madrid o al Chelsea), domani Sneijder e Nagatomo. I volti nuovi sono quelli di Rodrigo Palacio e Matias Silvestre mentre tra le facce più tristi c’è quella di Giampaolo Pazzini che durante la presentazione ai tifosi ha sorpreso tutti ammettendo di non rientrare più nei piani della società: “Sono contento di tutto questo entusiasmo, ma non dovete chiedere a me se resterò o meno all'Inter perché io credo che non resterò. Sono sempre stato sincero, la società ha fatto altre scelte, farò il possibile per far cambiare idea a qualcuno, ma credo sarà difficile”. L’ipotesi Sampdoria sembra la più probabile. Di tutt’altro tono le dichiarazioni di Silvestre, appena arrivato da Palermo: “È bello sentire il calore della gente. Ho coronato un sogno vestendo la maglia nerazzurra. Siamo un grande gruppo e ci sono tutti gli elementi per fare bene. Ci stiamo preparando per tornare ad essere una grande Inter”. Settimana prossima previsto un nuovo incontro con la Sampdoria: oltre che di Pazzini si parlerà di Poli che l’Inter vuole riscattare ma per il quale manca l’accordo. L’ultima offerta del club nerazzurro è di 3 milioni più le metà del cartellino di Livaja.

I CONVOCATI

Ecco i 26 giocatori convocati da Andrea Stramaccioni per il ritiro di Pinzolo. Portieri: Francesco Bardi, Vid Belec e Luca Castellazzi. Difensori: Matteo Bianchetti, Cristian Chivu, Jonathan, Ibrahima M'Baye, Andrea Ranocchia, Walter Samuel, Matias Silvestre, Javier Zanetti. Centrocampisti: Ricardo Alvarez, Marco Benassi, Esteban Cambiasso, Alfred Duncan, Fredy Guarin, Joel Obi, Andrea Romanò. Attaccanti: Luc Castaignos, Philippe Coutinho, Luca Garritano, Marko Livaja, Samuele Longo, Diego Milito, Rodrigo Palacio, Giampaolo Pazzini.

IL NUOVO CICLO

Il presidente Massimo Moratti ha fatto sapere come l’obiettivo primario sia appunto quello di iniziare un nuovo corso. “Sì, si deve voltare pagina, anche se il tutto è relativo perché ci sono tanti giocatori che hanno fatto la storia dell'Inter e che continuano a rimanere all'interno della società”. La nuova Inter respira la voglia di ripartire, di inserire al più presto i nuovi innesti facendo affidamento sulle vecchie glorie che sono rimaste, come Esteban Cambiasso: “Gli arrivi quest’anno sono giunti presto, hanno quindi il tempo di inserirsi, di entrare pienamente nel gruppo e essere conosciuti dal mister. Un altro fattore fondamentale è che la squadra quest’anno si è presentata al ritiro praticamente al completo”.

© Riproduzione Riservata

Commenti