Calcio

"Fate sesso con le pecore": squalifica in Scozia per trash-talking

Danny Wilson, difensore dell'Hearts, è stato sospeso per una giornata per aver così insultato gli (sconfitti) avversari dell'Aberdeen a fine match

Danny Wilson (Getty Images)

Una squalifica atipica, una storia che fa sorridere tutti tranne i vertici della Federazione calcio scozzese. Danny Wilson, centrale dell'Hearts of Midlothian, è stato sospeso per una giornata di campionato dopo le pesanti offese arrecate ai colleghi dell'Aberdeen. Al termine della gara vinta dall'Hearts per 2-1 nel tunnel che portava agli spogliatoi il centrale ha apostrofato gli avversari con pesanti offese. "Fate sesso con le pecore". Immediata la reazione della federazione che ha sospeso il giocatore per un turno a causa del "linguaggio volgare ed offensivo". La tensione tra il 21enne nato a Livingston e i giocatori avversari era iniziata prima della partita per poi degenerare al fischio finale. Le tensioni tra i giocatori hanno visto come unico capro espiatorio proprio Wilson ma l'Hearts ha già annunciato di voler fare ricorso sulla squalifica. "Non mi sono accorto assolutamente di nulla fino a che non mi è stato riferito l'episodio" ha spiegato il manager dell'Hearts Gary Locke. Oltre alla sospensione Wilson è stato punito con una multa di 1000 sterline che un tifoso degli Hearts si è offerto di pagare. Wilson, ex difensore di Rangers e Liverpool, è tornato in patria lo scorso gennaio. Per lui anche 5 presenze e un gol con la nazionale scozzese. Tolleranza zero dunque per il "trash talking", le offese e provocazioni agli avversari che in Nba sono tollerate e nella storia hanno visto come protagonisti giocatori quali Dennis Rodman, Karl Malone, Julius Erving, Larry Bird e Danny Ainge. Tra le scene più celebri la lite tra l'ex cestista dei Chicago Bulls e Karl Malone degli Utah nel periodo dove i due club lottavano per il titolo Nba. Rodman insultò a lungo la famiglia di Malone e lo scontro sfociò in un incontro di Wrestling pubblicizzato su Wrestelmania.

© Riproduzione Riservata

Commenti