Calcio

DOSSIER - Sorpresa, la Serie A guadagna spettatori: +5,8%

Polemiche, poco spettacolo e stadi vecchi però l'ultima stagione è andata in controtendenza. L'Inter la più seguita, Zeman e Montella trascinano Roma e Fiorentina...

Lo Juventus Stadium ha avuto una media di 38.600 presenti in questa stagione – Credits: Afp

Avremo anche stadi vecchi e scomodi, un campionato che perde tutte le sue stelle e la tendenza a restare a casa seduti davanti alla tv. Però la nostra serie A si difende e nell'ultimo campionato ha invertito la tendenza come presenze alle partite. Un dato clamoroso che emerge dall'analisi dei dati comunicati ogni settimana dai club. Nelle 38 giornate ci sono stati 8.432.405 spettatori negli stadi italiani con l'avvertenza che il dato non conteggia il Cagliari (causa caos Is Arenas) e Chievo, che non pubblica i propri borderò.

Un anno fa il bilancio finale considerate sempre 18 squadre su 20 (tolti Cagliari e Chievo) ci si era fermati a 7.967.087 e il saldo è positivo del 5,84%. La media spettatori nelle 342 partite analizzate (380 meno le 38 casalinghe tolte) è salita a 24.656 con un guadagno di 1.361 rispetto ai 23.295 di un anno fa. Non accadeva dal 2007-2008 perché da un lustro il segno era negativo e l'erosione di pubblico aveva spinto la serie A molto lontana dal resto d'Europa. Rimaniamo comunque il quarto campionato top per presenze dietro a Bundesliga (45.116), Premier League (35.600) e Liga (28.796).

INTER IN VETTA ALLA CLASSIFICA - Malgrado la stagione disastrosa l'Inter è stata la squadra più seguita della serie A. Moratti ha staccato 884.462 biglietti nelle 19 gare casalinghe con un incremento del 3,9% rispetto a un anno fa. Sorpasso sul Milan, sceso dalla prima alla seconda posizione: 829.378 spettatori (-10,9%) a causa soprattutto di un inizio con San Siro semivuoto e il crollo della campagna abbonamenti precipitata sui minimi storici dell'era Berlusconi.

Sul podio delle presenze c'è anche la Roma: 763.402. Poi Napoli (753.080), Juventus (733.401) e Lazio (607.843). Il caso dello Juventus Stadium è interessante: l'effetto prestazioni della squadra bianconera si è sentito e ha consentito un ulteriore balzo in avanti con una media presenze di 38.600 superiore ai 37.545 della stagione del debutto (+2,8%), ma che è anche quasi il massimo possibile considerato che ai circa 41mila posti dell'impianto vanno tolti gli oltre 2mila del settore ospiti spesso mezzo vuoti.

L'EFFETTO ZEMAN E MONTELLA - Curioso verificare l'effetto di due allenatori che hanno avuto destini opposti in questa stagione ma che, per le casse delle loro società, sono stati ugualmente una scelta azzeccata. La Fiorentina è stato il club con il saldo migliore rispetto a un anno fa: + 80.810 spettatori (+19,8%) grazie al campionato di vertice e allo spettacolo offerto da Montella con un gioco spagnolo entusiasmante.

E' piaciuto molto anche il Bologna di Pioli (+11,3% sul 2011-2012) e, a sorpresa, la Roma che ha guadagnato il 10,9% pur avendo mancato tutti gli obiettivi stagionali. Pesa l'entusiasmo per l'arrivo di Zeman che nella scorsa estate aveva fatto impennare il numero degli abbonati allo stadio Olimpico consentendo di vincere il derby a distanza con la Lazio (solo 6° nella classifica presenza con un calo dell'1,3%).

LA PROMOZIONE NON FA GUADAGNARE SPETTATORI - E' curioso anche scoprire come la promozione dalla serie B alla serie A non faccia guadagnare spettatori. Anzi. Delle tre neopromosse solo la Sampdoria ha chiuso con un saldo positivo passando da una media di 20.854 presenze in B a 23.123 di quest'anno (+ 10,8%). Stabile il Torino (da 15.897 a 15.615) e in calo il Pescara (da 13.940 a 12.236).

La valutazione non consola la Lega Calcio che ha salutato una piazza importante come Palermo (18.287 media spettatori) insieme a Siena (9.582) e Pescara (12.236) per salutare l'arrivo in serie A di Verona (15.402), Sassuolo (4.465 e senza uno stadio proprio) e di una tra Empoli (2.648) e Livorno (5.667). Comunque vada c'è il rischio di assistere a un calo complessivo nella prossima stagione.

LA JUVENTUS E' L'OSPITE PERFETTO - Nessuno meglio dei bianconeri è benvenuto per le casse degli avversari. La partita contro la squadra Conte ha rappresentato il top stagionale in ben 11 occasioni: Atalanta, Bologna, Catania, Inter, Milan, Napoli, Parma, Roma, Siena e Udinese. Curioso che non sia avvenuto per il Torino nel derby in casa dei granata e che abbia battuto come presenze anche le due stracittadine di Milano...

© Riproduzione Riservata

Commenti