Calcio

Spettatori serie A 2015-2016: i numeri del girone d'andata

L'Inter è la squadra con più biglietti venduti, poi Napoli e Juve. Crollo Lazio, Roma e Milan e la serie A fatica...

FBL-ITA-SERIEA-INTER-MILAN

Giovanni Capuano

-

E' l'Inter la squadra che ha portato più spettatori allo stadio nel girone d'andata. Dato cresciuto grazie al rendimento della formazione di Mancini, capolista fino all'ultima giornata prima del sorpasso del Napoli, e spinto anche dalla coincidenza di una prima metà della stagione con tutti i big match interni. I 49.533 spettatori che in media sono accorsi a San Siro nelle 10 partite casalinghe si spiegano anche così, ma segnano un dato comunque importante per il club di Thohir che un anno fa si misurava con le difficoltà di rapporto con il proprio pubblico.

L'incremente è netto: +12.263 unità che significa +32,9% rispetto alla scorsa stagione (dato a fine campionato). L'Inter ha registrato ben tre partite oltre la soglia dei 50mila presenti a San Siro contro Milan e Juventus (79.154 in entrambe le occasioni) e contro la Roma (59.213). Il dato peggiore è stato per la sfida con il Verona che si è fermata a 34.548 ma in generale anche le partite contro le piccole hanno tenuto. Merito dei risultati di Mancini e di una politica aggressiva con prezzi bassi e facilitazioni per giovani e famiglie.

E' possibile che nel girone di ritorno la media generale cali, considerata l'assenza di sfide di alto livello con l'eccezione di quella con il Napoli di Sarri, ma la tendenza è positiva e fa sperare anche in vista del bilancio, dove alla voce ricavi da stadio il club nerazzurro è stato lontano negli ultimi anni dalle performance della Juventus.

Chi cresce e chi scende

Alle spalle dell'Inter sul podio delle presenze allo stadio ci sono Napoli (37.881) e Juventus (37.418), ma più interessante è mettere in fila le squadre per tasso di crescita o perdita rispetto all'anno scorso. L'avvertenza è per tutti la stessa: il dato non è omogeneo perché c'è chi, come Inter e Napoli, ha già vissuto in casa la quasi totalità dei match più importanti e chi, invece, lo farà nel girone di ritorno.

Nove squadre su 17 (escluse le tre neopromosse) crescono rispetto a un anno fa. Tre la grandi ci sono solo Inter (+32,9%) e Napoli (+17,4%) accompagnate da Sampdoria, Genoa, Torino, Palermo, Udinese, Chievo ed Empoli. Il caso dei friulani va analizzato a parte perché nella scorsa stagione il dato era penalizzato dai lavori di ristrutturazione del Friuli che sono appena terminati con l'apertura di tutti i settori.

In calo 8 squadre su 17 e si registrano veri e propri crolli, non sempre dovuti all'andamento sportivo della stagione: -36,9% Lazio, -12,4% Roma, -7% Milan, -6,4% Fiorentina, -1,9% Juventus e flessioni anche per Verona, Atalanta e Sassuolo.

Ecco la classifica spettatori della serie A aggiornata alla 19° giornata

Squadra

Spettatori 15-16

Spettatori 14-15

Load factor

 Inter

 49.533

 37.270

 61,90%

 Napoli

 37.881

 32.266

 62,88%

 Juventus

 37.814

 38.553

 91,17%

 Roma

 35.145

 40.135

 49,75%

 Milan

 34.089

 36.661

 42,60%

 Fiorentina

 28.360

 30.309

 61,16%

 Genoa

 22.413

 20.045

 61,23%

 Lazio

 22.032

 34.949

 31,19%

 Sampdoria

 21.868

 21.745

 59,75%

 Torino

 19.202

 16.689

 68,68%

 Palermo

 18.210

 17.481

 50,09%

 Bologna

 18.181

 Serie B

 49,86%

 Verona

 17.428

 19.299

 56,13%

 Atalanta

 14.998

 15.160

 61,78%

 Udinese

 14.437

 8.912

 57,41%

 Sassuolo

 11.969

 12.831

 54,18%

 Chievo

 11.911

 10.652

 38,36%

 Empoli

 9.736

 9.229

 59,78%

 Carpi

 9.563

 Serie B

 45,33%

 Frosinone

 7.477

 Serie B

 78,18%

 

 

 

 

 Media Serie A

 22.117

 22.057

 55,21%

Serie A stabile e l'indice di riempimento...

La media complessiva della serie A registra un leggero miglioramento: +60 unità a partita. Siamo davvero a variazioni minime, ma considerando che il saldo tra le neopromosse (Bologna, Carpi e Frosinone), che insieme hanno una media di 11.740 spettatori, e le retrocesse (Cesena, Parma e Cagliari) è negativo per 1.245 presenze a partita, qualche elemento di riflessione positiva esiste. A parità di club, infatti, la serie A di quest'anno sarebbe ben al di sopra delle 23mila unità di media e, soprattutto, pesano le crisi di piazze storiche.

Mai in passato si è assistito alla disaffezione delle tifoserie di Lazio, Roma e Milan come in questi mesi. Il dato complessivo, dunque, è segnato al ribasso da alcune circostanze forse irripetibili e la fotografia è migliore di quella che appare oggi. Se le cose si sistemassero già nel girone di ritorno i numeri potrebbero crescere sensibilmente alla fine della stagione.

Più preoccupante la lettura del cosiddetto load factor, ovvero l'indice di riempimento degli stadi. Prendendo come parametro di riferimento le capienze ufficiali dell'Osservatorio per le Manifestazioni sportive, solo Juventus (91,17%) e Frosinone (78,18%) sono sopra il 70 per cento che rappresenta un livello buono in Europa. Sotto il 50% vanno ben in 6: Roma, Lazio, Milan, Bologna, Chievo e Carpi. Le altre galleggiano, ma per far diventare lo stadio un vero business serve altro.

Capienza stadi italiani Osservatorio Manifestazioni Sportive

Le capienze ufficiali degli stadi della serie A 2015-2016 – Credits: tratto da http://www.osservatoriosport.interno.gov.it/

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Serie A, tutti gli allenatori esonerati della stagione (e il bilancio dei nuovi)

Ecco l'elenco dei tecnici licenziati nel 2015-2016, quanti punti hanno fatto e come si stanno comportando i loro successori

Napoli campione d'inverno, scudetto al 69% (o anche di più)

L'Inter crolla, sorpasso dei partenopei e la statistica dice che... Ecco tutti i precedenti nel girone d'andata

Commenti

Cookie Policy Privacy Policy
© 2018 panorama s.r.l (gruppo La Verità Srl) - Via Montenapoleone, 9 20121 Milano (MI) - riproduzione riservata - P.IVA 10518230965