Napoli-Milan espulso Sarri
Calcio

Sarri, polemica continua: "Più facile espellere me in tuta che altri in doppiopetto"

L'allenatore del Napoli e il rosso di Valeri contro il Milan. Ma sull'eccesso di espulsioni per i tecnici non è il primo a protestare...

Maurizio Sarri non fa nulla per essere simpatico agli arbitri. Irrequieto in panchina, spesso cacciato fuori e polemico al punto giusto. Questa volta, però, non è il primo a puntare il dito sulla tolleranza zero dei direttori di gara verso gli allenatori e le loro proteste. Già altri avevano sollevato il problema nella passata stagione: espulsioni e cartellini rossi sventolati al primo cenno di protesta.

Ecco perché le parole del toscano dopo aver visto gli ultimi 40 minuti di Napoli-Milan in tribuna non sorprendono. Valeri l'ha buttato fuori per aver protestato dopo la prima rete dei rossoneri, viziata da un fallo su Jorginho non vista. Protesta lieve secondo i testimoni ("Cosa cavolo fate?"), ma che gli è costata il primo rosso della stagione.

L'affondo successivo, però, è stato più pesante e diretto: "Forse è più facile buttare fuori me rispetto a qualcun altro, è più facile espellere un allenatore in tuta piuttosto che uno in doppiopetto. E lo dico anche dopo aver visto quello che è successo a Pescara". Allusione chiara, che ricorda altre parole pesanti pronunciate per denunciare la mancanza di coraggio - a dire di Sarri - nel concedere rigori al Napoli. Allora il tecnico aveva tirato fuori la rigatura delle maglie. Ora siamo alle tute.

© Riproduzione Riservata

Commenti