Roberto gagliardini inter atalanta calciomercato
Calcio

Presentazione sui social (e niente Tv): Gagliardini porta l'Inter nel futuro

Facebook, Twitter, Youtube e PPTV per la Cina: la prima uscita mediatica del giovane talento nerazzurro assoluta novità per il calcio italiano

Il calcio italiano muove un altro passo verso il futuro, almeno a livello di comunicazione. L'occasione è la presentazione ufficiale di Roberto Gagliardini, nuovo acquisto dell'Inter sul mercato di gennaio. Non sarà, come tradizione, una conferenza stampa con tv e giornali e nemmeno un'intervista in esclusiva concessa a qualcuno.

Il giovane centrocampista si presenterà ai suoi tifosi direttamente dalle piattaforme social del club: Youtube, Facebook e Twitter per Italia ed Europa, PPTV (di proprietà Suning) per la Cina. E poi i backstage esclusivi con storie ad hoc costruite su Instagram e Snapchat, per andare verso target più giovani e differenziati. Inizio alle ore 14 di giovedì 12 gennaio, orario favorevole anche per la Cina.

Gagliardini risponderà alle domande dei fan e tutto sarà trasmesso direttamente dall'Inter, senza la mediazione di una tv. Un esperimento che fa cadere un altro tassello della comunicazione sportiva. Potenzialmente l'Inter si rivolgerà direttamente a milioni di supporter. Tra Facebook (6,1 milioni), Twitter (1,2 solo per l'account italiano), Instagram (1,3), Snapchat e Youtube (200mila) il potenziale pubblico è di circa 10 milioni di persone.

Si tratta di un primo passo di un processo più complesso che in futuro porterà i club di calcio a svincolarsi dal legame con i media tradizionali. Già oggi le piattaforme social consentono la trasmissione in alta definizione, come e meglio della tv, con la possibilità di interazione che, però, i canali attuali hanno in forma limitata. I numeri saranno il primo test. Il futuro? Monetizzare direttamente i momenti di comunicazione vendondo pubblicità legata all'evento. In fondo i grandi club hanno ormai bacini sterminati di tifosi connessi con le diverse piattaforme, già targettizzati e affamati di contenuti esclusivi. Abbattendo anche i confini territoriali. 


© Riproduzione Riservata

Commenti