Calcio

Monaco, la nuova frontiera del calcio dei ricchi

In mano a Rybolovlev, magnate russo che sogna di imitare Abramovich. Primo obiettivo: Falcao

Il proprietario del Monaco, Dmitry Rybolovlev – Credits: Getty Images

Il primo gioiello della corona potrebbe essere niente meno che Radamel Falcao e lo sgarbo sarebbe portato direttamente al suo modello, quell'Abramovich che, rendendo grande il Chelsea, ha aperto la stagione dei magnati russi nel calcio che conta. Sta per arrivare l'onda d'urto del Monaco, grande ritrovata del calcio francese. Il nome da segnarsi è quello di Dmitry Rybolovlev, 45enne miliardario che ha preso residenza nel Principato per sfuggire, tra le altre cose, alla guerra di potere e ricchezza tra oligarchi russi e che ora sogna di costruire una squadra da Champions League.

Strappare Falcao al Chelsea costerebbe 60 milioni di euro cash per pagare la clausola e un contratto faraonico per il giocatore. Segnerebbe il debutto nell'alta società del pallone di un uomo che Forbes stima avere un patrimonio personale da oltre 7 miliardi di euro costruito grazie al potassio delle miniere degli Urali. Azienda acquistata a prezzo stracciato dopo la caduta del comunismo e rivenduta a peso d'oro a Suleiman Kerimov, il patron dell'Anzhi di Eto'o, anche per evitarsi problemi con Putin.

Rybolovlev ha rilevato il 66% del Monaco poco più di un anno fa con il beneplacito della famiglia reale. Ha rischiato di finire nella National (la nostra serie C) prima di arrivare alla promozione in Ligue1 sotto la guida di Ranieri. Ha promesso di investire 100 milioni di euro in quattro anni per riportare il club ai fasti di un tempo: solo nel 2004 i monegaschi si giocavano la finale di Champions League contro il Porto di Mourinho.

Secondo i ben informati ha un patrimonio sparpagliato tra Francia, Cipro, Svizzera, Isole Vergini e Singapore e un divorzio miliardario alle spalle. Non se ne conosceva la passione smisurata per il calcio, mentre in passato è stato finanziatore dello sport russo insieme agli altri nuovi ricchi che stanno invadendo l'Europa. I primi movimenti ricordano da vicino la parabola di Abramovich al Chelsea o degli sceicchi del Psg e del Manchester City. Nelle scorse settimane si era anche iscritto alla corsa per Mourinho: respinto al mittente.

Il messaggio, però, è chiaro: quest'estate Monaco sarà centro del calcio francese ed europeo. Meglio aggiornare la mappa dei nuovi Eldorado. Il Psg potrebbe aver trovato finalmente un avversario serio in casa.

© Riproduzione Riservata

Commenti