Calcio

Thohir, contratto e obiettivi futuri: ecco cosa ha detto Mazzarri

Niente rinnovo, Europa League e qualificazione in Champions legati a investimenti e la porta aperta al pubblico: tutti i messaggi del tecnico a fine stagione

Walter Mazzarri – Credits: Ansa

Un'autodifesa forte e orgogliosa, numeri e obiettivi alla mano e senza concedere nulla al partito degli scontenti, perché ogni scelta (errori compresi) può avere una spiegazione. Walter Mazzarri ha tracciato il suo personale bilancio di fine stagione, quello annunciato più volte e sempre rimandato al momento in cui le bocce si sarebbero fermate. Il momento è arrivato e prima di andare in vacanza il tecnico dell'Inter ha voluto precisare e spiegare, lanciando messaggi destinati alla società e ai tifosi. Non banali e, soprattutto, che non liberano il campo dai dubbi legati al reale feeling tra lui e il progetto-Inter. Ma tra le certezze c'è quella che tra un mese e mezzo, in ritiro a Pinzolo, ci sarà ancora. Con o senza nuovo contratto.

"CONTRATTO? L'IMPORTANTE E' CHE CI SIA STIMA E ME L'HANNO DIMOSTRATA. HO GIA' FATTO BENE PUR ESSENDO A SCADENZA E BISOGNA ESSERE CONVINTI"

E' il nodo centrale. Mazzarri conferma quanto spiegato dal ds Ausilio e cioé che è l'allenatore e non il club adaver rallentato. Non si esclude di poteri iniziare la prossima stagione con in tasca il prolungamento fino al 2016, ma WM sposta in là nel tempo il momento della verità perché, par di capire, dopo un'annata tribolata e passata più a discutere di rivoluzione che altro, vuole misurare investimenti e movimenti di Thohir prima di legarsi in maniera indissolubile.

"QUANDO SI CENTRA UN OBIETTIVO COME SI FA A PARLARE DI STAGIONE NON POSITIVA? SIAMO TORNATI IN EUROPA E NON ERA SCONTATO"

Mazzarri ritiene di aver fatto il massimo possibile e di essere stato un valore aggiunto per la squadra in una stagione in cui la rosa non era stata completata ed era inferiore per qualità ad almeno altre 5-6. Critiche rimandate al mittente e qualche puntura di spillo ne confronti dell'ambiente perché in più di un passaggio Mazzarri torna sul concetto di "pressione" (difficile da sostenere tanto che si definisce stanco come non mai) e "ristrutturazione".

"HO SEMPRE FATTO BENE SUL CAMPO, SE MANCANO ALTRI PARAMETRI DOVREMO OVVIARE CON QUESTO. SARA' LA SOCIETA' A PARLARE DEL FAIR PLAY E DEL MERCATO"

Secondo i parametri di Mazzarri, anche la prossima stagione sarà di sofferenza. Il tecnico è pronto a sposare le politiche finanziarie della società, ma esige che gli obiettivi siano indicati in partenza. E' il passaggio sulla chiarezza comunicativa che Mazzarri ritiene sia mancata quest'anno e lo abbia esposto a critiche ingiuste. Il tecnico chiede ai dirigenti di spiegare logiche, scelte e obiettivi.

"EUROPA LEAGUE? PRIMA VEDIAMO IL MERCATO POI VEDREMO LE IDEE..."

Tradotto significa se si vuole provare ad arrivare fino in fondo servono investimenti, altrimenti spazio ai giovani come nelle esperienze napoletane. Mazzarri mette le mani avanti. Il club è d'accordo sul fatto di usare la ribalta europea come obiettivo di seconda fila? E il pubblico di San Siro? A occhio le idee sono diverse e a dicembre rischia di diventare un motivo di tensione.

"LAVORERO' SUBITO SULLA DIFESA A QUATTRO E MI INTERESSANO LE LOGICHE DI EQUILIBRIO. VORREI UN METODISTA ALLA DE ROSSI O LUIZ GUSTAVO"

Messaggio diretto alla società. Mazzarri è disponibile a superare il dogma della difesa a tre, ma per farlo vuole essere supportato in sede di mercato. Viene in mente la conferenza stampa di presentazione a Pinzolo la scorsa estate, quando disse chiaramente che si attendeva degli esterni funzionali al suo gioco. Non ne arrivò nemmeno uno. Questa volta Mazzarri ne trarrebbe le conclusioni.

"I FISCHI DI SAN SIRO? HO CAPITO LA DINAMICA DEL MOMENTO, MA IL PUBBLICO NON AVEVA COMPRESO LA MIA SCELTA"

Non li ha digeriti facilmente, ma lascia una porta aperta all'ambiente perché da tecnico esperto è consapevole di non poter iniziare la stagione in guerra con il mondo. E' convinto di poter conquistare la gente. Chiede che il club lo supporti perché le idee siano chiare sin da subito.

 
© Riproduzione Riservata

Commenti