Calcio

Balotelli, uomo copertina di Sports Illustrated

La principale rivista sportiva degli Stati Uniti dedica la prima pagina al talento del Milan, l'"amico del Papa". E sul razzismo "Non uscirò mai dal campo"

La copertina di Sports Illustrated, dedicata a Mario Balotelli (Credits: Sports Illustrated)

Braccia aperte, costume, fisico statuario in piedi sull'acqua (ma, tranquilli, il merito è di una lastra di plexiglass). Un'immagine scattata a Miami, dove durante la sua vacanza post Confederations Cup, Mario Balotelli è stato intervistato dai colleghi di Sports Illustrated, per chi non lo sapesse, la più importante rivista sportiva degli Stati Uniti.

Al di là del contenuto dell'intervista (che potete leggere qui ) sono curiose le frasi che accompagnano la foto di Mario nelle immagini di copertina e che raccontano il personaggio Balotelli:

E' italiano, ma anche E' africano

E' il simbolo del Milan, ma anche, E' il simbolo della nuova Europa

E' amico del Papa e del Presidente della Repubblica, ma anche E' un uomo sempre a rischio di cartellino rosso (sul campo e fuori)

E' oggetto di attacchi a sfondo razzista, ma anche idolatrato da parte della società in maniera quasi selvaggia

E' il miglior attaccante d'Europa

Tra le domande molto delicata quella sulla questione degli sfotto o "buuu" a sfondo razzista. Ecco la risposta di SuperMario: "Il razzismo non si può cancellare. È come le sigarette: non puoi smettere di fumare se non lo vuoi. E non si può fermare il razzismo se la gente non lo vuole. Ma io farò qualsiasi cosa per aiutare a fermare questa piaga".

Ecco in sintesi Mario Balotelli, un uomo ed un giocatore unico, capace di unire e dividere, genio e regolatezza. Comunque la si veda, qualsiasi cosa si pensi di lui, l'unico vero grande talento del calcio italiano. Negli USA l'hanno capito, noi un po' meno

© Riproduzione Riservata

Commenti