Toto esoneri: quale sarà la prima panchina a saltare in serie A?

Non è questione di portare sfortuna, sono i bookmakers che fanno il loro lavoro. Come ogni inizio di stagione gli scommettitori hanno reso note le quote sui principali allenatori che potrebbero non arrivare al panettone, coloro che ancor prima …Leggi tutto

Maurizio Zamparini, presidente del Palermo, ha la fama di mangia-allenatori (ANSA)

Maurizio Zamparini, presidente del Palermo, ha la fama di mangia-allenatori (ANSA)

bar sport Non è questione di portare sfortuna, sono i bookmakers che fanno il loro lavoro. Come ogni inizio di stagione gli scommettitori hanno reso note le quote sui principali allenatori che potrebbero non arrivare al panettone, coloro che ancor prima dell’inizio di campionato sentono strani cigolii sedendosi in panchina.

Oronzo Canà, la divertente parodia dell'allenatore portata al cinema da Lino Banfi

Oronzo Canà, la divertente parodia dell'allenatore portata al cinema da Lino Banfi

L’obiettivo di quest’anno è battere il record mondiale della scorsa stagione: nessuno nel pianeta ha infatti fatto meglio di noi con 17 esoneri in un solo campionato. Il principale indiziato a fare le valigie dopo poche giornate è Massimiliano Ficcadenti, allenatore del Cesena che viene quotato a 6. Seguono Bisoli del Cagliari a 8,50 e Iachini del Brescia a 9. Le sorprese iniziano notando l’elenco degli allenatori quotati a 10: per esempio, nonostante l’ottima stagione in rosanero, Delio Rossi ha la stessa quota di Franco Colomba del Bologna e Gigi De Canio del Lecce.

L'esonero di Franco Colomba del Bologna è quotato a 10 (ANSA)

L'esonero di Franco Colomba del Bologna è quotato a 10 (ANSA)

Quotati a 12 ci sono Di Carlo (Sampdoria), Guidolin (Udinese) e Marino (Parma) mentre pagano bene le quote di Giampaolo del Catania, Pioli del Chievo e Gasperini del Genoa, tutti a 15. A 20 si trovano Mihajlovic della Fiorentina e Ventura del Bari, a 25 Mazzarri e il neo allenatore rossonero Massimiliano Allegri. Le quote più alte, che pagano cinquanta volte la posta, sono per Ranieri, Del Neri, Benitez e per la sorpresa Reja: secondo i bookmakers il nuovo corso della Lazio lo vede ben saldo nelle gerarchie di Lotito.

Edy Reja è arrivato alla Lazio lo scorso anno dopo l'esonero di Ballardini  (ANSA)

Edy Reja è arrivato alla Lazio lo scorso anno dopo l'esonero di Ballardini (ANSA)

Le quote di quest’anno sono abbastanza prevedibili e non sorprende neppure la bassa quotazione di Delio Rossi. Il presidente Zamparini detiene infatti il record assoluto di esoneri. Un elenco che sarebbe un peccato non esibire:

1988-1989 (Venezia): Cerantola (Fabbri)
1989-1990 (Venezia): Pasinato (Sabadini)
1991-1992 (Venezia): Zaccheroni (Marchesi); Marchesi (Zaccheroni)
1992-1993 (Venezia): Zaccheroni (Maroso); Maroso (Zaccheroni)
1994-1995 (Venezia): Ventura (Maifredi); Maifredi (Geretto); Geretto (Ventura); Ventura (Rossi e Geretto)
1995-1996 (Venezia): Marchioro (Bellotto)
1996-1997 (Venezia): Bellotto (De Vecchi e Fontana); De Vecchi e Fontana (Bellotto)
1999-2000 (Venezia): Spalletti (Materazzi); Materazzi (Spalletti); Spalletti (Oddo)
2001-2002 (Venezia): Prandelli (Buso); Buso (Magni)
2002-2003 (Palermo): Glerean (Arrigoni); Arrigoni (Sonetti) 2003-2004 (Palermo): Baldini (Guidolin)
2005-2006 (Palermo): Del Neri (Papadopulo)
2006-2007 (Palermo): Guidolin (Gobbo e Pergolizzi)
2007-2008 (Palermo): Colantuono (Guidolin); Guidolin (Colantuono)
2008-2009 (Palermo): Colantuono (Ballardini) 2009-2010 (Palermo): Zenga (Rossi)

© Riproduzione Riservata

Commenti