Liga: Il Barcellona ha dei punti deboli ma parlare di crisi è ridicolo

La notizia del campionato spagnolo è il terzo pareggio per 2-2 del Barcellona (compresa la partita di Champions contro il Milan). Gli uomini di Guardiola non riescono a vincere contro il super Valencia di Emery e restano quarti in classifica …Leggi tutto

Josep Guardiola e Cesc Fabregas (Ap/LaPresse)

Josep Guardiola e Cesc Fabregas (Ap/LaPresse)

bar sportLa notizia del campionato spagnolo è il terzo pareggio per 2-2 del Barcellona (compresa la partita di Champions contro il Milan). Gli uomini di Guardiola non riescono a vincere contro il super Valencia di Emery e restano quarti in classifica a quota 9 punti e a tre lunghezze dalla vetta. In Spagna i media provano a tirare fuori la parola crisi ma la mancanza di vittorie dei blaugrana sembra più una circostanza destinata a svanire già dal prossimo turno. In vetta le sorprese Betis Siviglia e Valencia sono pronte a dare del filo da torcere ai campioni in carica mentre la crisi vera sembra di proprietà del Real Madrid che non va oltre lo 0-0 a Santander e sembra aver perso smalto e lucidità sotto porta.

È vero che nelle ultime settimane il gioco del Barcellona è sembrato troppo lezioso e poco pratico ma lo strapotere di Messi e compagni sembra ancora tener ben stretto in mano lo scettro di formazione più forte della Liga. A Valencia i blaugrana hanno rischiato di capitolare contro la squadra che al momento sembra più attrezzata per contendergli il titolo ma il gol di Fabregas ha strappato un pareggio che ha il sapore della vittoria. Una squadra che riesce a tenere il possesso palla con percentuali rare nella storia del calcio può segnare 8 gol come incappare in giornate no ed essere punita in contropiede. Più che una crisi tecnica e di gioco i pareggi del Barcellona sembrano frutto di situazioni che difficilmente potranno diventare costanti.

Come se non bastasse a favore di Guardiola e soci c’è la crisi vera del Real Madrid, incapace di approfittare dei passi falsi catalani e a secco di gol per la seconda volta consecutiva. Un punto in due partite contro Levante e Racing Santander è un campanello d’allarme che preoccupa non poco Mourinho che ha saputo gestire il piccolo vantaggio sul Barcellona per solo due giornate. Già nel prossimo turno i blancos sono obbligati alla vittoria in casa contro il Rayo Vallecano mentre il Barcellona ospita al Camp Nou l’Atletico Madrid di Falcao, scatenato in questo avvio di Liga. Per il Valencia un impegno difficile sul campo del Siviglia ma la formazione di Soldado e compagni ha dimostrato di poter lottare per il vertice fino all’ultimo nonostante le cessioni importanti dell’ultima estate.
5^ giornata:
Osasuna-Siviglia 0-0

R.Sociedad-Granada 1-0: 64′ Estrada

Villarreal-Maiorca 2-0: 8′ Rossi, 52′ Nilmar

A.Madrid-Sp.Gijon 4-0: 28′ aut Lora, 68′ Dominguez, 72′ e 81′ Falcao

Malaga-Athl.Bilbao 1-0: 62′ Cazorla

R.Santander-R.Madrid 0-0

R.Vallecano-Levante 1-2: 10′ Valdo (L), 29′ Ballestreros (L), 72′ Tamudo (R)

Valencia-Barcellona 2-2: 12′ aut. Abidal (B), 14′ Pedro (B), 23′ Pablo (V), 77′ Fabregas (B)

Espanyol-Getafe 1-0 91′ Pandiani

Betis Siviglia-Saragozza 7′, 49′ rig. Santa Cruz (B), 12′ Salva Sevilla (B), 47′ Benat (B), 36′ Juarez (R), 77′, 79′ Perez Lopez (R)

Classifica:

Betis Siviglia 12, Valencia 10, Malaga 9, Barcellona 8, Siviglia 8, Levante 8, Real Madrid 7, Atletico Madrid 7, Real Sociedad 7, Espanyol 6, Rayo Vallecano 5, Osasuna 5, Villareal 4, Real Saragozza 4, Maiorca 3, Granada 3, Racing 2, Athletic Bilbao 1, Getafe 1, Sporting Gjion 0

© Riproduzione Riservata

Commenti