La notte di Champions League porta consiglio: Cassano e Ibrahimovic sono i titolari

Tre su tre. La settimana di Champions League sorride alle squadre italiane che conquistano nove punti. Dopo le vittorie di Inter e Napoli anche il Milan supera il turno casalingo con il massimo bottino. 2-0 ai modesti avversari del Viktoria …Leggi tutto

I giocatori del Milan esultano dopo il 2-0 di Antonio Cassano (La Presse)

I giocatori del Milan esultano dopo il 2-0 di Antonio Cassano (La Presse)

Tre su tre. La settimana di Champions League sorride alle squadre italiane che conquistano nove punti. Dopo le vittorie di Inter e Napoli anche il Milan supera il turno casalingo con il massimo bottino. 2-0 ai modesti avversari del Viktoria Pilsen e primo posto del girone alla pari del Barcellona. Una partita che suona come una risposta all’emergenza infortuni di Massimiliano Allegri: Antonio Cassano e Zlatan Ibrahimovic potrebbero essere la ricetta giusta per confermare l’egemonia rossonera in campionato e non solo.
Nell’impegno di coppa il Milan inizia soffrendo, un miracolo di Abbiati impedisce agli avversari di portarsi in vantaggio già al 2′. L’accoppiata Ibrahimovic – Cassano però sembra funzionare e già al 5′ lo svedese mette Fantantonio davanti alla porta con un assist perfetto che il portiere ospite neutralizza dopo il piatto della punta barese. Il duo avanzato è un mix di potenza e qualità, tecnica a possenza, che permette ai rossoneri di passare in vantaggio con una giocata di fino di Ibra che costringe al fallo di mano in area un difensore avversario. E’ lo stesso svedese a realizzare con precisione e potenza per l’1-0. Il raddoppio è ancora figlio dell’intesa tra i due attaccanti con Cassano che si ritrova da solo di fronte al portiere e segna con un tocco beffardo. E’ il gol numero 2000 dell’era Berlusoni, il pubblico si spella le mani e Allegri sorride mentre il “Pibe de Bari” chiama a se il compagno di reparto per un abbraccio.

A risultato acquisito il tecnico milanista può fare turn over in vista della partita con la Juve: fuori Seedorf per Aquilani e Antonini per Taiwo. A fine partita spazio alle riflessioni: Ibrahimovic che torna in campo è una vera e propria manna per tutta la squadra, la possenza della punta con la maglia numero 11 permette alla manovra rossonera di scorrere più fluida e il genio e la velocità di Cassano sembrano integrarsi perfettamente con il ruolo dello svedese. Dopo l’infortunio di Pato il popolo rossonero esulta e riscopre un duo che l’estate scorsa sembrava poco quotato nella gerarchia di Allegri. Antonio Cassano è in forma strepitosa, lotta, combatte su ogni pallone  e protegge la palla quanto basta per permettere al Milan di sviluppare la manovra. Chissà che l’infortunio di Pato non sia stato la chiave di svolta della stagione per scoprire la vera coppia titolare e regalare al Milan nuova consapevolezza per vincere tutto.

[kml_flashembed movie="http://www.youtube.com/v/YGLt7mMM22o" width="672" height="404" wmode="transparent" /]

© Riproduzione Riservata

Commenti