La metamorfosi di Claudio Ranieri: da lord inglese a Re delle polemiche

Le conferenze stampa dei giorni scorsi a Roma avevano già fatto intuire il malcontento dell’ambiente giallorosso. “Questa squadra ha le palle” aveva sentenziato Claudio Ranieri sorprendendo i giornalisti con un tono ben diverso dalla parlata pacata che ha sempre contraddistinto …Leggi tutto

Claudio Ranieri è alla Roma da un anno (ANSA)

Claudio Ranieri è alla Roma da un anno (ANSA)

bar sportLe conferenze stampa dei giorni scorsi a Roma avevano già fatto intuire il malcontento dell’ambiente giallorosso. “Questa squadra ha le palle” aveva sentenziato Claudio Ranieri sorprendendo i giornalisti con un tono ben diverso dalla parlata pacata che ha sempre contraddistinto il tecnico romano. L’allenatore della Roma ha perso la pazienza e la conferma è arrivata nel dopo partita di Brescia – Roma con accuse aperte a tutti: arbitri, giornalisti e infine dubbi sulla sua stessa società che a dire del tecnico sarebbe già al lavoro per il suo successore, Marcello Lippi.

Sembrano lontani i commenti sorridenti del tecnico ex Juventus e Chelsea, uomo esperto di calcio che ha sempre conquistato l’affetto dei tifosi per i suoi toni gentili e capaci di stemperare le polemiche. Claudio Ranieri fatica a reggere le pressioni dell’ambiente giallorosso, scosso da un avvio impensabile con soli 2 punti in 4 partite e turbato dalle voci che vorrebbero Marcello Lippi già pronto a subentrare sulla pnachina della Roma, nelle prossime giornate:

C’è chi si muove nell’ombra, qualcosa c’è. Lippi? I nomi e i cognomi i giornali li hanno fatti, si vede che sanno qualcosa anche loro. A Torino lo sapevo, d’altra parte lo sapevano tutti

A confortare il tecnico è arrivato l’immediato intervento della società per voce del ds Pradè che ha negato ogni contatto con l’ex ct della nazionale. La realtà è che la trasformazione di Ranieri da dottor Jekyll a mr. Hyde malcela una situazione precaria di cui è protagonista un’ambiente tutt’altro che tranquillo. L’allenatore si è anche scagliato contro l’arbitraggio di Nicola Russo nella partita con il Brescia, con l’espulsione di Mexes e l’inesistente rigore assegnato ai padroni di casa. In seguito alle dichiarazioni di ieri Marcello Lippi ha smentito la possiblità di un suo arrivo sulla panchina della Roma, “non ho intenzione di parlare di calcio, quello che avevo da dire l’ho detto dopo i mondiali”, ha spiegato l’ex commissario tecnico. Lo sfogo di Ranieri deriva però dalle incalzanti voci secondo cui la nuova proprietà in arrivo nella capitale non gradirebbe il tecnico. Nel frattempo la tensione sale e i pacati sorrisi del mister sono sempre di meno.

[kml_flashembed movie="http://www.youtube.com/v/cGbMncURhNA" width="672" height="403" wmode="transparent" /]

© Riproduzione Riservata

Commenti