Juve: il più grande mercato dopo il Big Bang

Sembrano tornati i tempi di Luciano Moggi. Non per le polemiche, nè per la schiacchiante superiorità della rosa bianconera sugli avversari, ma perchè finalmente si fanno le cose giuste al posto giusto. Alla Juve servivano tre giocatori (uno per …Leggi tutto

Martin Caceres è il nuovo acquisto della Juventus di Conte (Ansa)

Martin Caceres è il nuovo acquisto della Juventus di Conte (Ansa)

Bar Sport: la terza stellaSembrano tornati i tempi di Luciano Moggi. Non per le polemiche, nè per la schiacchiante superiorità della rosa bianconera sugli avversari, ma perchè finalmente si fanno le cose giuste al posto giusto. Alla Juve servivano tre giocatori (uno per reparto) e tre giocatori sono arrivati. Non ci dilungheremo in lunghe schede tecniche dei tre nuovi arrivati, ma diciamo che il giudizio complessivo è molto positivo.

Difesa

Siamo convinti che Caceres fosse il miglior difensore tra quelli di cui si è chiaccherato in questi mesi (da Alex a Bocchetti, da Rodolpho a Corluka). E oltretutto sa cos’è la Juve. Caceres può giocare indifferentemente da centrale e da terzino, ma per velocità ed esplosività fisica ci sembra che possa esssere il partner ideale per Andrea Barzagli…e con la partenza di Motta il reparto si rinforza ancora di più.

Centrocampo

Parte Pazienza, un altro Marotta’s Boy scaricato da Conte (cfr. Ziegler,Motta,Toni) e arriva Simone Padoin. Uno che a noi piace tanto per tanti motivi diversi. La Juve che compra dall’Atalanta è sempre una bella notizia, ci riporta ai fasti del passato, ai Tacchinardi, ai Montero, ma anche ai Cabrini, Prandelli, Scirea. Padoin poi è un gran bel giocatore in assoluto, uno che inspiegabilmente non era ancora arrivato in una grande pur avendo grande voglia, dedizione, capacità, duttilità e intelligenza. E poi Padoin è uno che sa far male alle difese avversarie, Padoin è uno che fa gol! Il duo Marotta-Paratici, mette a segno anche un buon colpo in prospettiva, facendo arrivare a Torino il giovane scuola Ajax Ouasim Bouy, che per ora verrà aggregato alla Primavera. Certo in molti avrebbero voluto Naingolaan, e non è detto che non arrivi l’anno prossimo per l’assalto alla Champions. Ma per dare una mano a vincere questo scudetto Padoin va più che bene.

Attacco

Il nostro giudizio su Borriello l’abbiamo già espresso qui. Ad ogni modo, pur non considerandolo un crak restiamo convinti che fosse quello che serviva e che soprattutto fosse il meglio che il mercato di gennaio offriva in questo momento come vice-Matri. Ma la notizie positive dal reparto avanzato arrivano soprattutto dalla voce “cessioni”: l’essersi alleggerti in un solo colpo di Toni, Amauri e Iaquinta (grande Vincenzo, se non avesse avuto tutti quei problemi fisici…) vale quanto un top player in entrata.

Una considerazione finale

Conte batte Marotta 4 a 0. Le cessioni di Motta, Toni e Pazienza, e l’arrivo di Padoin (fortissimamente voluto dal MisterCapitano)  danno sempre di più  la dimensione del predominio dell’allenatore nella campagna acquisti/cessioni. Sembra che ormai Marotta sia sempre più relegato allo scouting di giovani talenti e alla mera compravendita di giocatori impostigli da Conte.

Seguici su Twitter e Facebook.

© Riproduzione Riservata

Commenti