Inter, finisce l’era Eto’o e inizia quella di Diego Forlan

Samuel Eto’o saluta l’Inter. Il leone del Camerun lascia Milano dopo 67 presenze e 33 gol, 2 coppe Italia, 1 supercoppa italiana, 1 Champions League, 1 mondiale per club e 1 campionato. La punta lascia un’eredità pesante sulla maglia che …Leggi tutto

Diego Forlan è ad un passo dall'Inter (ANSA/ Elaborazione grafica Matteo Politanò)

Diego Forlan è ad un passo dall'Inter (ANSA/ Elaborazione grafica Matteo Politanò)

bar sportSamuel Eto’o saluta l’Inter. Il leone del Camerun lascia Milano dopo 67 presenze e 33 gol, 2 coppe Italia, 1 supercoppa italiana, 1 Champions League, 1 mondiale per club e 1 campionato. La punta lascia un’eredità pesante sulla maglia che probabilmente sarà di Diego Forlan, attaccante dell’Uruguay che nelle ultime ore ha ammesso la trattativa con il club di Massimo Moratti: “giocare in quella città e in quella squadra è il mio sogno”.

Il nuovo progetto nerazzurro prevede un ridimensionamento degli stipendi e del tetto ingaggi. Liberarsi di un contratto da 21 milioni di euro nei prossimi due anni significa dare ossigeno alle casse della società ricevendo una liquidità che permetterà di acquistare il cartellino di Forlan, attualmente quotato tra i 6 e gli 8 milioni di euro. Forlan è da diversi anni un pallino di Massimo Moratti e l’obiettivo della società è quello di riproporre in serie A una punta che da dieci anni va in doppia cifra nella casella dei gol e che ha estasiato i tifosi della Premier League prima e della Liga poi.

Ma è Forlan l’uomo giusto per la nuova Inter di Gasperini? L’attacco a tre prevederà due esterni capaci di fornire assist alla punta centrale e il numero dieci dell’Uruguay può essere utilizzato sia come boa al centro dell’attacco che sulla sinistra. L’arrivo di un altro attaccante con le caratteristiche di Tevez, Lavezzi o Palacio potrebbe completare il reparto pur considerando l’investimento su Forlan un’operazione che coinvolge un giocatore di 32 anni. Per il futuro del progetto nerazzurro serve ben altro nel frattempo un giocatore da oltre 200 gol in carriera potrà rendere meno amaro l’addio di Eto’o.

© Riproduzione Riservata

Commenti