Il talento di Cristiano Ronaldo non è proporzionale alla simpatia

Insieme a Lional Messi si contende lo scettro di giocatore più forte del mondo. A 26 anni guadagna 100.000 euro al giorno e fa la differenza nel Real Madrid di Mourinho con una clausola di rescissione fissata ad 1 miliardo …Leggi tutto

Cristiano Ronaldo in azione con la maglia del Real Madrid (La Presse)

Cristiano Ronaldo in azione con la maglia del Real Madrid (La Presse)

bar sportInsieme a Lional Messi si contende lo scettro di giocatore più forte del mondo. A 26 anni guadagna 100.000 euro al giorno e fa la differenza nel Real Madrid di Mourinho con una clausola di rescissione fissata ad 1 miliardo di euro. La sua classe non sembra però proporzionale alla simpatia, Cristiano Ronaldo si è sempre contraddistinto per l’arroganza del suo modo di giocare, le provocazioni agli avversari e le simulazioni che troppo spesso lo rendono antisportivo. L’ultima scenata in ordine di tempo è lo sfogo dopo i fischi del pubblico croato nella partita di Champions League contro la Dinamo Zagabria: “Fischiano perchè sono bello, ricco e forte: mi invidiano tutti”.

Premettendo che lo sfogo di Cristiano Ronaldo conserva non poche verità è indiscusso che il numero sette sia un fiero portabandiera dello stile di Mourinho, tecnico di un Real Madrid che negli ultimi due anni ha messo da parte la simpatia. I fischi continui, spesso riservati ad un giocatore che spaventa gli avversari, innervosiscono ancora di più l’esterno portoghese che con il passare del tempo è sempre più insofferente. Già in Inghilterra, ai tempi del Manchester United, Ronaldo era stato “premiato” con il titolo di “giocatore più antipatico della Premier League“, un riconoscimento che può vincere a mani basse anche nella Liga.

Su Facebook si sprecano i gruppi contro il portoghese che dopo lo sfogo contro i tifosi della Dinamo Zagabria si è scagliato contro gli arbitri di Champions League accusandoli di non proteggerlo abbastanza. Ronaldo potrà anche essere uno dei giocatori più belli, pagati e invidiati al mondo ma i suoi dribbling spesso utilizzati per schernire, le sue risate provocatorie, la sua prepotenza e il suo sguardo lo hanno reso unicamente idolo dei madridisti e di qualche portoghese amante della nazionale. Un’antipatia che lede non poco alla sua immagine nonostante la sua maglia sia la più venduta al mondo in assoluto insieme a quella di Lionel Messi.

I fan di Cristiano Ronaldo portano l’attenzione sui numeri del giocatore: 417 partite e 214 gol in carriera, 12 trofei di club e addirittura 38 personali. I detrattori parlano invece di un giocatore che non è un esempio per i giovani, un esbizionista che secondo i sondaggi si vanta troppo in campo e ancor di più fuori. Insieme a Mourinho CR7 sta rendendo il Real Madrid la squadra più odiata al mondo che, in caso di mancanza di vittorie, rischia di essere ricordata solo per la sua antipatia.

[kml_flashembed movie="http://www.youtube.com/v/R1Xfx9clo50" width="672" height="404" wmode="transparent" /]

© Riproduzione Riservata

Commenti