Ibrahimovic uomo in più per lo scudetto… Ma di quale squadra?

Il Milan vince e domina a Firenze ma deve fare i conti con il “caso” Ibrahimovic. Appena tornato in campo dopo la squalifica contro il Bari lo svedese ha replicato con le offese al guardalinee di Fiorentina – Milan. …Leggi tutto

Zlatan Ibrahimovic (LAPRESSE)

Zlatan Ibrahimovic (LAPRESSE)

bar sportIl Milan vince e domina a Firenze ma deve fare i conti con il “caso” Ibrahimovic. Appena tornato in campo dopo la squalifica contro il Bari lo svedese ha replicato con le offese al guardalinee di Fiorentina – Milan. “Stavo parlando con me stesso” ha dichiarato lo svedese. Ci credono in pochi e adesso i rossoneri rischiano di perdere il loro numero 11 per altri tre turni, un’assenza che potrebbe rivelarsi fondamentale per la lotta scudetto.

Con il Napoli a tre punti di distanza e l’Inter che non molla il gesto di Ibrahimovic non sembra altro che l’ennesimo colpo di testa nel momento più sbagliato della stagione. Gli insulti al guardalinee difficilmente potranno essere considerati delle frasi per “auto-motivarsi” soprattutto considerando che dopo il cartellino rosso Ibra non ha battuto ciglio lasciando il campo senza alcuna discussione. Emblematica anche la reazione di Adriano Galliani che, stizzito dal cartellino rosso, ha lasciato lo stadio sotto gli applausi ironici dei tifosi viola tra cui il prefetto di Firenze Paolo Paodin. Nei prossimi 3 turni il Milan affronterà Sampdoria, Brescia e Bologna, partite in cui la mancanza di Ibrahimovic potrebbe farsi sentire non poco. Il Napoli affronterà invece Udinese, Palermo e Genoa mentre l’Inter Parma, Lazio e Cesena. Con Cassano mai al 100% e Robinho mai ispirato in zona gol Allegri rischia di doversi affidare al solo Pato per trionfare nel rush finale. Il caso Ibrahimovic fa già discutere, ricorda da vicino il mal di pancia negli ultimi periodi all’Inter e al Barcellona,  chissà che Mino Raiola non stia pensando ad un nuovo colpo di scena. Di certo si sa che dalla partita con il Tottenham, passando per il pugno in pancia a Marco Rossi e l’espulsione di Firenze il giocatore è sembrato solo la brutta copia del protagonista visto fino a poche settimane fa.

© Riproduzione Riservata

Commenti