Giro d’Italia 2011, le montagne ci hanno restituito un Contador imbattibile – Le foto delle tappe di sabato (21 maggio) e domenica (22 maggio)

Dopo questo fine settimana con le tremende tappe di montagna – il risultato, prevedibile, è che il Giro è sempre più nelle mani di Alberto Contador. Ora, prima della cronoscalata di domani da Belluno a Nevegal (12,7 km) , il …Leggi tutto

Stefano Garzelli (Acqua e Sapone), secondo nella terribile tappa arrivata a Gardeccia (ANSA/CARLO FERRARO)

Stefano Garzelli (Acqua e Sapone), secondo nella terribile tappa arrivata a Gardeccia (ANSA/CARLO FERRARO)

bar sportDopo questo fine settimana con le tremende tappe di montagna – il risultato, prevedibile, è che il Giro è sempre più nelle mani di Alberto Contador.

Ora, prima della cronoscalata di domani da Belluno a Nevegal (12,7 km) , il secondo nella classifica generale, Michele Scarponi, è a 4 minuti e 20 secondi di distacco, e il terzo, Vincenzo Nibali, a 5′,11″.
Insomma, come dire, il Giro è chiuso, al massimo si tratta di lottare per i piazzamenti. E non è detto che domani i distacchi non aumentino.

Difficile però dimenticare le immagini di queste ultime tappe di montagna, in particolare di quella di ieri da Conegliano a Gardeccia.
Il vincitore di ieri, Mikel Nieve – davanti a un eroico Stefano Garzelli – ha impiegato poco meno di sette ore e mezza per fare i 229 km, fra i più duri e pazzeschi della storia del Giro. Sessanta km netti di scalate in luoghi bellissimi e terribili come il Passo Giau (Cima Coppi), il Fedaia, il Gardeccia.

Contador quando è arrivato al traguardo ha detto che è stata la corsa più dura della sua vita. Il vincitore di tappa, lo spagnolo Nieve, felice come un bambino, ha però ricordato che al traguardo non aveva nemmeno le forze per alzare le braccia. Insomma tappa d’altri tempi.

Per chi non avesse seguito domenica la tappa, questo video è un breve riassunto:
[kml_flashembed movie="http://www.youtube.com/v/PYB1o23CMpg" width="672" height="404" wmode="transparent" /]

Prima dell’indicazione della scelta delle due foto delle tappe di sabato e domenica, due righe per dire quanto ancora il ciclismo sia popolare – ieri c’erano tifosi e appassionati ovunque sulle strade; e quanto fra questi “appassionati” ci siano personaggi con comportamenti da reprimere: quelli che spingono, che lanciano l’acqua nei momenti dove crea disagi ai corridori, che creano situazioni pericolose solo per arrivare a toccare i corridori. E poi il tifo antisportivo, in questi due giorni, in particolare, rivolto contro Contador. Insomma ne faremmo volentieri a meno.

La foto di sabato 21 maggio  (qui sotto), la tappa da Lienz al Monte Zoccolan, vinta dall’altro spagnolo Igor Anton con Contador a 33″, poi Nibali e Scarponi – è per Alberto Contador, subito dopo il traguardo. Interpretatelo come volete il suo gesto: si asciuga il volto, probabilmente. Mi pare rappresenti bene la sua reazione ai fischi di sabato. Brutti quei fischi, brutto momento per un giro che Contador sta onorando alla grande.

Quella del tappone di domenica (la foto in apertura del post) invece è per Stefano Garzelli , raggiunto da Nieve a 6 km dall’arrivo dopo quasi 200 km di fuga. Garzelli vinse il Giro nel 2000 ed è il più anziano del gruppo (classe 1973). Sembra banale dirlo, ma la sua fuga è stata davvero commovente.

Alberto Contador (Saxo Bank) all'arrivo sul Monte Zoncolan (ANSA/CARLO FERRARO)

Alberto Contador (Saxo Bank) all'arrivo sul Monte Zoncolan (ANSA/CARLO FERRARO)

> Giro d’Italia 2011: le foto del giorno delle altre tappe

> Il Giro d’Italia visto dallo scrittore Fabio Genovesi

> Giro d’Italia 2011: la guida completa

La classifica della quattordicesima tappa (sabato 21 maggio 2011) del Giro d’Italia, da Lienz (Austria) al Monte Zoncolan, di 172 km.

1. Igor Anton (Spa/Euskaltel) in 5h4’26” (media oraria: 33,899) 2. Alberto Contador (Spa) a 33”.
3. Vincenzo Nibali (Ita) 40.
4. Michele Scarponi (Ita) 1:11.
5. Denis Menchov (Rus) 1:21.
6. John Gadret (Fra) 1:38.
7. Mikel Nieve (Spa) 1:52.
8. Hubert Dupont (Fra) 1:55.
9. Kanstantsin Sivtsov (Bie) 2:05.
10. Jose Rujano (Ven) 2:11.
11. Joaquim Rodriguez (Spa) 2:24.
12. Steven Kruijswijk (Ola) 2:40.
13. Prezemyslaw Niemec (Pol) 2:57.
14. Paolo Tiralongo (Ita) 3:29.
15. Peter Stetina (Usa) s.t.
16. Roman Kreuziger (Rce) 3:32.
17. David Arroyo (Spa) 3:39.
18. Matteo Carrara (Ita) 3:55.
19. Cristophe Le Mevel (Fra) 4:00.
20. Dario Cataldo (Ita) 4:03.
41. Danilo Di Luca (Ita) 7:26.
47. Carlos Sastre (Spa) 9:14.
104. Stefano Garzelli (Ita) 17:12.
173. Kevin Seeldrayers (Bel) 26:54.
Ritirati: Noe’ (Ita), Chicchi (Ita) e Valls Ferri (Spa).
(ANSA).

Ordine di arrivo della quindicesima tappa (domenica 22 maggio 2011, da Conegliano a Gardeccia-Val di Fassa di 229 km.
1. Mikel Nieve (Spa/Euskaltel) in 7 ore 27:14.
(media oraria: 30,722 km/h) 2. Stefano Garzelli (Ita) a 1:41.
3. Alberto Contador (Spa) 1:51.
4. Michele Scarponi (Ita) 1:57.
5. John Gadret (Fra) 2:28.
6. Jose’ Rujano Guillen (Ven) 2:35.
7. Vincenzo Nibali (Ita) 3:34.
8. Joaquim Rodriguez (Spa) s.t.
9. Roman Kreuziger (Rce) 4:01.
10. Steven Kruijswijk (Ola) 4:13.
11. Denis Menchov (Rus) 4:23.
12. David Arroyo (Spa) 4:30.
13. Jan Bakelants (Bel) 4:54.
14. Philip Deignan (Gbr) 6:40.
15. Dario Cataldo (Ita) 6:45.
16. Cayetano Sarmiento (Col) s.t.
17. Kanstantsin Sivtsov (Bie) s.t.
18. Igor Anton (Spa) 7:59.
19. Emanuele Sella (Ita) 9:01.
20. Pieter Weening (Ola) 9:23.
37. Tiago Machado (Por) 16:14.
40. Danilo Di Luca (Ita) 16:56.
52. Carlos Sastre (Spa) 21:02.
166. Matthew Wilson (Aus) 44:55.
Non partito: Robert Hunter (Saf) Ritirati: Domenico Pozzovivo (Ita), Juan Jose Oroz (Spa), Frantisek Rabon (Rce), Marco Marzano (Ita), Brett Lancaster (Aus) Manuel Cardoso (Por). (ANSA).

Questa invece la classifica generale del Giro d’Italia dopo la quindicesima tappa di domenica 22 maggio, da Conegliano a Gardeccia-Val di Fassa di 229 km.
1. Alberto Contador (Spa/Saxo Bank) in 62 ore 14:42.
(media oraria: 38,454) 2. Michele Scarponi (Ita) a 4:20.
3. Vincenzo Nibali (Ita) 5:11.
4. John Gadret (Fra) 6:08.
5. Mikel Nieve (Spa) 7:03.
6. Jose’ Rujano Guillen (Ven) 8:39.
7. Denis Menchov (Rus) 8:46.
8. Roman Kreuziger (Rce) 8:58.
9. Joaquim Rodriguez (Spa) 9:20.
10. David Arroyo (Spa) 9:30.
11. Igor Anton (Spa) 9:37.
12. Kanstantsin Sivtsov (Bie) 10:39.
13. Steven Kruijswijk (Ola) 11:14.
14. Dario Cataldo (Ita) 13:59.
15. Hubert Dupont (Fra) 15:21.
16. Christophe Le Mevel (Fra) 17:28.
17. Stefano Garzelli (Ita) 23:11.
18. Emanuele Sella (Ita) 23:12.
19. Johann Tschopp (Svi) 25:04.
20. Thomas L”vkvist (Sve) 27:28.
24. Tiago Machado (Por) 30:59.
30. Carlos Sastre (Spa) 41:00.
60. Danilo Di Luca (Ita) 1h19:46.
166. Matthew Wilson (Aus) 3h19:22.
(ANSA).

© Riproduzione Riservata

Commenti