Europa League: Reja assiste alla sconfitta della Lazio in mezzo ai tifosi dello Sporting

Nel secondo turno dei gironi di Europa League serata magra per le due italiane con un solo punto conquistato. Va meglio all’Udinese che sul campo del Celtic Glasgow strappa un pareggio importante per la qualificazione. Male la Lazio di Edy …Leggi tutto

Edy Reja è alla Lazio dal 10 febbraio 2010 (La Presse)

Edy Reja è alla Lazio dal 10 febbraio 2010 (La Presse)

bar sportNel secondo turno dei gironi di Europa League serata magra per le due italiane con un solo punto conquistato. Va meglio all’Udinese che sul campo del Celtic Glasgow strappa un pareggio importante per la qualificazione. Male la Lazio di Edy Reja che perde sul campo dello Sporting Lisbona contro un avversario che è sembrato alla portata di Hernanes e compagni. Il tecnico biancoceleste viene espulso nella ripresa ed è costretto a seguire il match in mezzo ai tifosi ospiti, un insolito scenario che fa da cornice al 2-1 dei portoghesi.

La formazione di Reja si è presentata in Portogallo con l’undici migliore e Klose in campo dall’inizio. Cissè è in panchina con Rocchi titolare e fin dai primi minuti la Lazio impone il proprio gioco sfruttando lo stato di forma strepitoso dell’attaccante tedesco. Lo Sporting sembra però più cinico nella trequarti avversaria grazie alla velocità di Diego Capel (ex Siviglia) e alla buona tecnica di Wolfswinkel che al 21′ porta in vantaggio i suoi con un tocco di tacco su cross teso dalla sinsitra. La reazione biancoceleste non tarda e al 40′ Klose pareggia in spaccata sugli sviluppi di un calcio di punizione. La speranza di Reja è di andare a riposo sul pareggio ma al 47′ (nonostante venga  segnalato un solo minuto di recupero) Insua con un gran destro da 25 metri supera Marchetti.

L’arbitro Strömbergsson‎ ha dimostrato di non essere all’altezza per tutto il match e durante l’intervallo l’espulsione di Reja (che avrebbe protestato per il gol di Insua segnato oltre il recupero) è sembrata solo la prima di tante scelte opinabili. Dopo il primo tempo il mister laziale si è così dovuto accomodare in mezzo ai tifosi dello Sporting, seduto in tribuna con a fianco uno stewart. Un siparietto imperdibile che ha strappato non pochi sorrisi soprattutto dopo gli errori clamorosi sotto porta di Rocchi, Konko e Sculli: i tifosi portoghesi, in particolare un anziano signore seduto dietro l’allenatore italiano, hanno fatto segno a Reja di calmare la sua squadra per convincerlo a desistere. Al 90′ la realtà di Europa League non lascia però molto spazio all’ottimismo: la Lazio è a quota 1 e condivide l’ultimo posto con lo Zurigo.

Nel girone I sorride invece l’Udinese che vola al primo posto del gruppo a pari punti con l’Atletico Madrid. Nella trasferta di Glasgow Guidolin schiera le seconde linee con Fabbrini, Battocchio, Doubai e Abdi. Gli scozzesi del Celtic passano in vantaggio al 3′ grazie al calcio di rigore del coreano Ki e i friulani restano in partita grazie anche ai prodigiosi interventi di Handanovic. Per il pareggio bisogna aspettare l’88′ con il contatto in area Hooper-Neuton che l’arbitro reputa falloso. Abdi realizza e i bianconeri possono tornare a casa con un ottimo risultato anche alla luce dell’1-1 tra Rennes e Atletico Madrid.

© Riproduzione Riservata

Commenti