Hamrin_in_Fiorentina.jpg

Kurt Hamrin, il Thierry Henry degli anni Cinquanta

Lo chiamavano Uccellino perché era così veloce e leggero quando giocava, che sembrava volasse sull’erba. Kurt Hamrin è nato a Stoccolma nel 1934, e ha iniziato a giocare a calcio con la maglia dell’AIK Solna, negli anni in cui la …

Antonio-Conte-640x1024.jpg

Dov’è finita la duttilità di Conte?

Antonio Conte ha sempre (e giustamente) rivendicato una certa versatilità nell’interpretare schemi e moduli in base all’organico a sua disposizione. Nessuna scelta talebana, nessun preconcetto: da uomo di calcio qual è ha capito fin dal suo insediamento sulla panchina della …

Juve-allenamento-1024x655.jpg

La Juve non dominerà il campionato

Quello che verrà sarà forse il campionato più equilibrato dopo Calciopoli. Un campionato vero. Forse proprio per questo motivo Massimo Moratti sta decidendo di non parteciparvi, allergico com’è a competizioni vere in cui si vince sul campo e non per …

Tevez-2-1024x681.jpg

Tevez, problemi di peso? No, di pressione

Dice Tevez che l’avventura al City non ha funzionato per l’eccessiva pressione che gravitava intorno a lui. Così, su due piedi, vien facile pensare che l’Apache si sia convinto di approdare in un calcio più leggero, più giocato e meno …

Tevez-1024x703.jpg

Carlos Alberto Tévez: io non ho paura

Guardi Tevez e pensi quasi immediatamente a Maradona. È come un riflesso condizionato.

Guardi Tevez e ripensi per un istante anche a Giovinco. Il numero 12 della Juventus. Che finalmente potrà essere solo un numero 12. Senza eredità …

Marchisio-21-1024x662.jpg

Marchisio: tre motivi per cederlo e tre per non farlo

C’è qualcuno fra i pezzi pregiati del centrocampo juventino che si può considerare incedibile? Se lo chiedono in molti di questi tempi e se lo chiede probabilmente anche Mister Conte. Il quale sembra aver chiuso il 2013 calcistico portandosi …

Un giorno da (non) dimenticare

Abbiamo letto tutto d’un fiato e con un nodo in gola l’articolo pubblicato ieri su Juventibus in memoria della tragedia dell’Heysel. E abbiamo poco da aggiungere se non ringraziare Antonio Corsa per le parole calibratissime, emozionanti, dense, delicate, …