Questo sito contribuisce alla audience di TGCOM24
Calcio

La crisi del calcio genovese: Genoa e Sampdoria verso il baratro

A due turni dal derby le due formazioni del capoluogo vivono un momento difficile: nel mirino soprattutto Enrico Preziosi e il ds blucerchiato Pasquale Sensibile

Lo stadio Luigi Ferraris di Genova, teatro del derby della Lanterna (LaPresse)

La crisi del calcio genovese è sempre più profonda. Tra le squadre più in difficoltà in questo avvio di stagione fanno notizia quelle della Sampdoria e del Genoa, che hanno raccolto 19 punti in due sui 66 disponibili nelle prime 11 giornate di campionato. I rossoblu, dopo l'esonero di De Canio e l'arrivo dell'ex blucerchiato Delneri, non hanno migliorato le loro prestazioni raccogliendo tre sconfitte consecutive nelle prime tre uscite con il nuovo tecnico. In città si respira un clima di forte preoccupazione per il futuro del grifone, soprattutto alla luce degli strascichi lasciati dalla difficile salvezza raggiunta nella scorsa stagione.

Tra i tifosi genoani c'è tanta rassegnazione, un'aria che diventa di tempesta nei confronti del presidente Enrico Preziosi, sempre meno amato dai supporter rossoblù. "Siamo tecnicamente le peggior squadra della serie A, peggio anche del pescara. Siamo la peggior squadra della serie A perché negli ultimi anni Enrico Preziosi ha volutamente e costantemente fatto a pezzi il Genoa giorno dopo giorno, giocatore dopo giocatore, plusvalenza dopo plusvalenza fino a ridurci in questo stato comatoso, aberrante, vergognoso. Da Genoa-Siena a Siena-Genoa: la nostra maglia infangata e umiliata da giocatori ridicoli" si legge tra le pagine su Facebook dei tifosi genoani.

"Il problema è che non esiste un'idea di gioco e che non facciamo neppure un tiro in porta durante la partita. Questa squadra rischia seriamente di retrocedere". La serie B, uno spettro che i cugini blucerchiati hanno vissuto fino a pochi mesi fa e che torna a fare paura. Dopo tre vittoria di fila all'avvio gli uomini di Ferrara hanno inanellato sei sconfitte consecutive nelle ultime sei uscite, record per il club insieme a quello delle stagioni 1955/1956 e 2005/2006. Nonostante la società abbia confermato il tecnico napoletano alla guida e gli ultras abbiano continuato incessantemente a sostenere la squadra la tensione sale, sottolineando come le scelte del mercato estivo si siano rivelate sbagliate (tra i più contestati c'è il ds Sensibile che ieri ha preferito andare a vedere Fiorentina - Cagliari invece di seguire la Samp a Marassi). "Altro che Maxi Lopez il fenomeno, ora capisco perché lo chiamano il gatto, è di marmo" uno dei commenti su un forum blucerchiato. "Siamo una neopromossa ma andando avanti così si rischia di retrocedere di nuovo. Bisogna cambiare guida subito, prima del derby".

Tra due turni sarà infatti il momento della stracittadina, un derby che per la prima volta dopo tanti anni vale per entrambe le squadre importanti punti salvezza. Prima di affrontare i cugini il Genoa ospiterà il Napoli e la Sampdoria andrà a Palermo. Si annuncia una partita sparti acque, capace di cambiare definitivamente la stagione per una o l'altra squadra. L'opinione di molti è invece che vinca la paura e che le due squadre della Lanterna cerchino di venirsi incontro con un pareggio. "Si salvi chi può, sarà il tipico derby dove ci sarà paura anche solo a fare un lancio", "Delneri farà lo scherzetto ai suoi ex colori", "quest'anno mandiamo noi in B il Genoa", alcuni dei principali sfottò comparsi sulla rete. La realtà per adesso parla però di due club sul fondo della classifica con la consapevolezza di una stagione dai rischi altissimi.

© Riproduzione Riservata

Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>