Calcio

Juve-Napoli-Lazio: la verità in un mese

Dal 22 gennaio al 7 marzo partite ogni quattro giorni con due scontri diretti, Coppa Italia ed Europa

Edinson Cavani ha segnato contro la Fiorentina il gol numero 100 in serie A – Credits: Getty Images Sports

Tutto in un mese o poco più. Una volta senza quasi avere il tempo di rifiatare e con i due confronti diretti piazzati nel giro di una ventina di giorni: Lazio-Napoli il 9 febbraio e soprattutto Juventus-Napoli venerdì 1° marzo. Il giorno del giudizio. E' ancora presto per le sentenze, ma le prossime sei settimane peseranno molto sulla corsa scudetto delle squadre che in questo momento stanno comandando la serie A.

Chi ha il calendario più difficile? Impossibile da dire. L'unica certezza è che dal 22 gennaio al 7 marzo (44 giorni) Juventus e Lazio scenderanno in campo ben 10 volte (la Lazio 11 in caso di qualificazione agli ottavi di finale di Europa League) e il Napoli 8 (9 col passaggio del turno in Europa). Un tour de force che inciderà certamente sui risultati anche perché spesso frutto di trasferte anche scomode.

Ad esempio la Juventus (Genoa, Fiorentina e Siena in casa, Chievo, Roma e Napoli fuori) avrà l'andata degli ottavi di Champions a Glasgow contro il Celtic 96 ore prima di andare a fare visita alla Roma all'Olimpico in una gara tradizionalmente durissima per i bianconeri. E il ritorno contro il Celtic è posizionato subito dopo lo scontro scudetto con il Napoli.

La squadra di Mazzarri non sta meglio a livello di impegni. Per il Napoli ci sono Catania, Sampdoria e Juventus al San Paolo, Parma, Lazio e Udinese in trasferta. Il momento più intenso è tra il 9 e il 25 febbraio: 4 partite in 16 giorni con una sequenza da brividi: Lazio all'Olimpico, andata contro il Viktoria Plzen e poi Samp in casa, quindi doppia trasferta in Repubblica Ceca e a Udine. Fuori da questo ciclo di ferro, durante il quale la Juventus avrà avuto due settimane senza turni infrasettimanali, il big match proprio contro Conte.

Resta la Lazio. Sulla carta è quella che ha più appuntamenti (11 in caso di passaggio agli ottavi di Europa League), ma il calendario propone due sole salitone: la sfida contro il Napoli in casa e la trasferta a San Siro contro il Milan all'8° giornata che minaccia di essere, con la contemporaneità di Napoli-Juventus, il vero snodo in attesa dello sprint.

Mettere in fila gli impegni delle prossime sei settimane serve a capire quanto sarà importante per i tecnici non avere problemi fisici in eccesso, poter dosare le forze e scegliere le priorità. Tema subito d'attualità con la semifinale di Coppa Italia tra Juventus e Lazio. Si gioca il 22 e il 29 gennaio mentre il Napoli riposa. Cosa faranno Conte e Petkovic?

Leggi altri articoli sul blog Calcinfaccia

Seguimi su Twitter e Facebook

© Riproduzione Riservata

Commenti